Quantcast
Soluzione

Agli Erzelli un autoparco provvisorio per 60 camion nell’area destinata al nuovo ospedale

Ospiterà i mezzi "sloggiati" dal cantiere del nuovo mercato dei fiori a Bolzaneto, Piciocchi: "Durerà al massimo un anno"

erzelli aerea

Genova. Un parcheggio temporaneo per 60 mezzi pesanti agli Erzelli, nell’area su cui dovrà sorgere il nuovo ospedale. La decisione è stata presa dal Comune di Genova per poter sgomberare l’area di via Sardorella, attualmente occupata dai camion, in cui la prossima settimana inizieranno i lavori per costruire il nuovo mercato dei fiori. Ed è oggetto di una commissione d’urgenza convocata ieri per oggi in modo da ottenere a Tursi il necessario via libera per acquisire lo spazio in concessione da Ght e consentire la destinazione d’uso provvisoria che, come ricorda l’assessore Pietro Piciocchi, “non interferisce minimamente col futuro degli Erzelli”.

Nulla a che vedere, è bene precisarlo, con l’autoparco d’emergenza di cui si vociferava per l’area ex Eni di Multedo. Si tratta di una soluzione provvisoria per le imprese che attualmente usano il piazzale dell’area ex Cociv a Bolzaneto. Ma la scelta di Erzelli ha già messo in allarme opposizioni e comitati del Ponente. “In verità quell’area è fuori dall’abitato e non interferisce col parco tecnologico – spiega Piciocchi -. Il parcheggio sarà mantenuto al massimo per un anno e la convenzione cesserà comunque prima che inizino i lavori per il nuovo ospedale”.

L’area, come specifica la delibera che verrà votata in commissione, ha facile accesso diretto dal casello di Genova Aeroporto (quindi non ci saranno interferenze col traffico cittadino) ed è immediatamente idonea all’uso previsto senza necessità di lavori. La proprietà rimane di Ght che si è dichiarata disponibile a concederla a titolo di comodato gratuito al Comune di Genova. E non servirà alcuna modifica al Puc, visto che si tratta di un utilizzo temporaneo.

E mentre i camion saliranno agli Erzelli – che fino a pochi anni fa erano solo un deposito di container – a Bolzaneto inizierà la riqualificazione del terreno di circa 2mila metri quadrati acquisito da Spim per realizzare il nuovo mercato florovivaistico. Sarà un capannone di legno e vetro che potrà ospitare 44 stand, con un ampio spazio per la logistica e un’area espositiva interna, servizi igienici e standard elevati per quanto riguarda il fabbisogno energetico e la sicurezza.

Quando tutto sarà pronto, il mercato potrà finalmente abbandonare l’attuale struttura di San Quirico, nel frattempo ceduta a una ditta privata che la userà a fini logistici. Resta aperta la questione dello “sbarazzo della Superba”, il mercatino che il Comune aveva istituito per mettere fine al suq abusivo di corso Quadrio e che oggi, dopo quattro anni e una lunga pausa per il Covid, dovrà trovare una sede alternativa.

leggi anche
Nuovo mercato dei fiori Bolzaneto
Il progetto
Vetro, legno e colori: ecco come sarà il nuovo mercato dei fiori di Genova
fondega sud pegli multedo
Idea
Multedo e l’autoparco in area Fondega, Maresca: “Solo un’ipotesi, ma serve alla città”
università erzelli
Pressing
Ingegneria a Erzelli, la Regione chiede soldi nel Recovery Fund: “Progetto pronto a novembre”