World League, Italia ancora vincente: 11-8 alla Grecia - Genova 24
Superfinal

World League, Italia ancora vincente: 11-8 alla Grecia

Domani gli azzurri chiuderanno la prima fase affrontando la Francia

fondelli
foto Fina.org

Continua spedita la marcia del Settebello campione del mondo che a Tbilisi, nel corso della seconda giornata della Superfinal di World League, batte gli ellenici per 11-8 (1-1, 4-3, 4-3, 2-1) con una quaterna di Di Fulvio e una buona intensità difensiva che blocca l’attacco in extraman degli avversari (5/10), ma soprattutto che concede otto reti su trentatré tentativi alla Grecia. A segno pure Aicardi ed Echenique (2), Luongo e capitan Figlioli. A riposo Alesiani e Damonte. In tribuna l’ambasciatore italiano in Georgia, Enrico Valvo, che ha risposto con entusiasmo all’invito dell’Italia.

Azzurri sotto solo nel secondo tempo sul 3-2 di Fountoulis in superiorità numerica, poi molto bene dal centro con Aicardi (doppietta) per il primo doppio vantaggio (7-5) all’inizio del terzo tempo che si chiude sul 9-6 con l’uomo in più trasformato da Presciutti. La Grecia si aggrappa alle conclusioni da fuori di Genidounias (doppietta) che segna le ultime due reti e tiene a galla i compagni senza mai rientrare in scia (10-7, 11-8). Buona prestazione anche del mancino Echenique che trova un paio di reti spettacolari: il no look del 3-2 e l’incrociato da posizione due che fissa il punteggio.

Soddisfatto il Ct Campagna che sottolinea come la maggiore solidità difensiva abbia consentito all’Italia di superare un avversario difficile. “La Grecia è un avversario di rango che non permette di distrarsi come avvenuto con il Kazakistan – racconta il tecnico, alla guida della formazione ellenica per 6 anni con il bronzo mondiale a Montreal 2005 e il quarto posto all’Olimpiade di Atene 2004 –  Abbiamo tenuto una discreta intensità fino a che le forze ci hanno sostenuto. Poi sono calate le energie ad entrambe le squadre e lì siamo stati più bravi a sfruttare due situazioni favorevoli. La squadra mi è piaciuta molto in difesa, soprattutto quando abbiamo schierato la zona. Sono soddisfatto anche della prestazione di Del Lungo in porta. Questa vittoria, soprattutto per il periodo e per il valore dell’avversario, fa morale. Ci sono ancora quattro partite per arrivare alla fine ed abbiamo intenzione di dare il massimo”.

Lunedì alle 18 l’ultimo match per consolidare il primo posto nel girone A contro la Francia che ha battuto di misura il Kazakistan 12-11.

Calendario con orari italiani della prima fase:

Sabato 26 giugno
Montenegro-Usa (B) 10-6 (0-2, 5-2, 3-2, 2-0)
Giappone-Georgia (B) 12-13 (3-3, 2-4, 6-5, 1-1)
Grecia-Francia (A) 10-8 (2-2, 3-1, 2-3, 3-2)
Kazakistan-Italia (A) 17-11 (5-1, 3-3, 6-3, 3-4)

Domenica 27 giugno
Kazakistan-Francia (A) 11-12 (2-2, 2-3, 3-6, 4-1)
Georgia-Montenegro (B) 8-19 (2-8, 4-6, 1-3, 1-2)
Italia-Grecia (A) 11-8 (1-1, 4-3, 4-3, 2-1)
Giappone-Usa (B) 7-15 (2-3, 2-4, 2-3, 1-5)

Lunedì 28 giugno
Grecia-Kazakistan (A) alle 12:45
USA-Georgia (B) alle 14:30
Montenegro-Giappone (B) alle 16:15
Francia-Italia (A) alle 18.00

Martedì 29 giugno / Quarti di finale
(A) 2A-3B alle 12:45
(B) 3A-2B alle 14:30
(C) 1A-4B alle 16:15
(D) 4A-1B alle 18:00

Mercoledì 30 giugno / Semifinali
per il quinto posto alle 12:45 (perdenti A-D) e alle 14:30 (perdenti B-C)
per il primo posto alle 16:15 (vincenti A-D) e alle 18:00 (vincenti B-C)

Giovedì 1 luglio / Finali
settimo posto alle 12:45
quinto posto alle 14:30
terzo posto alle 16:15
primo posto alle 18:00

I convocati: Jacopo Alesiani e Vincenzo Dolce (AN Brescia), Marco Del Lungo (Esercito/AN Brescia), Matteo Aicardi, Francesco Di Fulvio, Nicholas Presciutti e Alessandro Velotto (Esercito/Pro Recco), Gonzalo Echenique, Nicolò Figari, Pietro Figlioli e Stefano Luongo (Pro Recco), Andrea Fondelli (RN Savona), Luca Damonte e Gianmarco Nicosia (Telimar Palermo), Michael Bodegas (Barceloneta). Lo staff è costituito dal cittì Campagna, dall’assistente tecnico Amedeo Pomilio, dal medico Vincenzo Ciaccio, dal fisioterapista Riccardo Cipolat, dal preparatore atletico Goran Volarevic, dal videoanalista Francesco Scannicchio. Capo delegazione il vicepresidente federale Giuseppe Marotta. Arbitro internazionale al seguito Alessandro Severo.