Quantcast
Idea

Via Emilia, il ‘sogno’ del garage in disuso per un grande parcheggio pubblico da cento posti fotogallery

L'obiettivo sarebbe quello di creare nuovi stalli di sosta per dare spazio al trasporto pubblico della grande arteria della Val Bisagno

idea parcheggio via Emilia

Genova. Un spazio attualmente in disuso che potrebbe diventare un grande parcheggio pubblico destinato ai residenti della zona e che potrebbe quindi liberare la strada dagli stalli di sosta per far spazio alle corsie protette del trasporto pubblico.

Parliamo dei fondi di una grande caseggiato di via Emilia, oggi in disuso, e che strategicamente è accessibile anche da via Piacenza: nei sogni del Municipio IV Media Val Bisagno lo spazio potrebbe diventare un’area per la sosta pubblica o dedicata ai residenti, per far fronte alla carenza endemica dei posti auto della zona, soprattutto in questa fase storica, dove i cantieri dello scolmatore hanno sottratto diverse decine di parcheggi.

Ma non solo: secondo i “piani” del presidente Roberto D’Avolio questo potrebbe liberare spazio in una delle più affollate arterie viarie della Val Bisagno che è via Emilia, per permettere l’inserimento di corsie protette riservate al trasporto pubblico, velocizzando quindi il servizio diretto alle delegazioni di Molassana, Struppa e Prato. “Ad occhio si potrebbero ricavare un centinaio di posti auto – spiega D’Avolio – che in questa fase di cantierizzazione per lo scolmatore del Bisagno sarebbero una boccata d’ossigeno per tutto il quartiere. Si potrebbe pensare ad un sistema di sosta pubblico o riservato ai residenti, come giù sperimentato in altre parti della città”.

Il grande garage oggi è proprietà di Inps, che però sarebbe intenzionata a vendere: da qui l’interessamento del Municipio che ha subito attivato l’amministrazione civica per provare ad arrivare ad un accordo. “Ho fatto un sopralluogo nell’area – conferma l’assessore al Bilancio Pietro Piciocchi – la proposta è interessante e ci stiamo muovendo per aprire una discussione con la proprietà per verificare la fattibilità di tutta l’operazione”. Tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare (della burocrazia) va ricordato, ma anche la più lunga delle marce inizia con un piccolo passo.

leggi anche
  • Viabilità
    Scolmatore del Bisagno, nuova rotonda in via Adamoli e cantiere mobile in via Emilia
    cantieri scolmatore viabilità val bisagno via adamoli via emiliza