Quantcast
Atti osceni

Si masturba davanti a un coetaneo sul treno, ventenne denunciato dalla Polfer

Il ragazzo gli ha detto di smetterla ricevendo in cambio un sorriso ammiccante. L'autore del gesto inchiodato dalle telecamere installate sul convoglio

treno regionale rock

Genova. Dopo essersi seduto nell’ultima carrozza di coda del treno dove era presente soltanto un viaggiatore suo coetaneo, si è abbassato i pantaloni e ha iniziato a toccare le proprie parti intime incurante di essere visto dal ragazzo. Quest’ultimo, resosi conto del gesto, lo ha rimproverato ad alta voce, minacciandolo di rivolgersi alla polizia. Protagonista un 20enne ecuadoriano che, non solo ha ignorato il suo richiamo, ma ha cominciato a sorridere e ad ammiccare al suo interlocutore.

Il giovane si è così allontanato dall’ultimo vagone e quando il treno è arrivato a Genova Principe si è rivolto alla Polfer indicandogli l’autore del gesto, anch’egli sceso nella stessa stazione.

I poliziotti, per approfondire la vicenda, hanno accompagnato il giovane in ufficio e dopo aver visionato i filmati dell’impianto di videosorveglianza del treno, lo hanno denunciato per atti osceni, nonché per aver fornito, all’atto dell’identificazione, un nome falso.

Più informazioni