Quantcast
Vela

Selezione zonale Optimist: successo per lo Yacht Club Italiano fotogallery

Vento il sabato, calma piatta la domenica

Optimist

Genova. Uno scirocco fresco rendeva invitanti le acque protette del campo di Genova Pra’, sabato mattina, per i giovani velisti accorsi a disputare sui loro Optimist la selezione di I Zona per il campionato italiano a squadre. Si tratta di una specialità fra le più divertenti e impegnative, sia per i giovanissimi timonieri, fra i dodici e i quindici anni di età, impegnati ad affrontarsi quattro contro quattro, sia per la nutrita pattuglia di arbitri e giudici, di cui la regata a squadre necessita per garantire la regolarità dei match.

E pensare che le premesse meteo avrebbero potuto essere critiche, dovendo completare un round robin a otto squadre, per ventotto match complessivi: vento il sabato, calma piatta la domenica.

Supportata dalla I Zona e dalla LNI di Sestri Ponente, l’organizzazione, forte delle indicazioni della vigilia fornite dal meteorologo di rango presente fra gli arbitri, anticipava di un’ora il programma, con la piena collaborazione di tutti gli allenatori presenti: saturo di vele l’ampio piazzale del Circolo Nautico Ilva, ormai da anni club organizzatore di questo evento, i ragazzi impegnati a fare un buon setting delle proprie imbarcazioni e ad apporre sugli scafi le etichette identificative della squadra, talora con dubbio risultato, tutto lasciava intravvedere una grande giornata di vela agonistica.

Barche in acqua, i match, della durata di una decina di minuti, si susseguivano con cadenza regolare in una sequenza di partenze e arrivi scandita dal comitato di regata, ottimamente guidato da Franca Vené, prestata per l’occasione dalla vicina XV Zona. Fin dai primi match, le squadre più forti si delineavano come da pronostico: i forti ragazzi dello Yacht Club Italiano 1, YC Sanremo 1, CN Ilva e, sorpresa, CV Vernazzolesi, decisamente in crescita.

La classifica finale del girone vedeva Yacht Club Italiano 1, guidato da un Cindolo stavolta inesorabilmente concentrato, prevalere su YC Sanremo 1 e sul CN Ilva; quarti i ragazzi di una soddisfatta Marta Di Salle.

Clicca qui per consultare i risultati.

Senza storia (2-0) i match di finale, vinti con una certa sicurezza dai ragazzi di Micillo sui sanremesi, protagonisti di match brillanti nel girone ma un po’ opachi in quest’ultima fase. Un po’ di delusione da parte dei ragazzi del club di casa, l’Ilva, nervosi e decisamente meno concentrati rispetto alla domenica precedente in cui, a coronamento del raduno tecnico organizzato dal direttore sportivo di I Zona Macrì e orchestrato dal grande Michele Ricci, tecnico federale della specialità, si erano rivelati la testa di serie, riuscendo a battere tutti gli avversari e completare il girone a punteggio pieno.

Saper vincere e saper perdere, come ha sottolineato il loro presidente Cipolletta nel discorso di saluto. Una festa dello sport e della sportività, grazie ad una disciplina che, quando bene interpretata, fa combattere col coltello fra i denti in acqua e affratella in terra.