Quantcast
Imprevisto

Ricoverato all’ospedale di Sestri Levante aveva con sé 120 grammi di hashish, arrestato

L'uomo era arrivato in ambulanza. La convalida dell'arresto è stata effettuata in via telematica seguita dal "paziente" dal letto di ospedale

sequestro droga

Sestri Levante. Era arrivato in ambulanza all’ospedale di Sestri Levante, probabilmente non si attendeva di aver bisogno di soccorso sanitario, perché altrimenti non avrebbe portato con sé 120 grammi di hashish.

Per questo un uomo, cittadino italiano, di 60 anni, residente a Chiavari, è sato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Sestri Levante per illecita detenzione di sostanze stupefacenti. La chiamata alle forze dell’ordine è arrivata nella notte tra venerdì e sabato scorsi dalla direzione sanitaria.

Gli uomini dell’Arma sestrese si sono immediatamente recati nel reparto che ospitava il paziente, constatando che la sostanza in questione era hashish, e aveva un peso complessivo di circa 120 grammi.

I carabinieri, accertata quantità e natura della sostanza, hanno perquisito l’abitazione del paziente dove hanno rinvenuto ulteriori sei ovuli oltre a due frammenti della stessa sostanza, per un peso complessivo di 40 grammi circa, 3 grammi di marjuana, un bilancino elettronico di precisione per la pesatura della sostanza e 400 euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Al termine delle formalità di rito l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e piantonato presso il reparto di medicina dell’ospedale di Sestri Levante prima dai carabinieri e quindi dalla polizia penitenziaria.

Nella mattinata di lunedì presso l’ufficio Gip del Tribunale di Genova si è celebrata l’udienza di convalida dell’arresto, a cui, in modalità telematica, ha potuto partecipare anche l’arrestato dal letto di ospedale. Il giudice ha convalidato l’arresto e ha applicato al chiavarese la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza, provvedimento che diventerà efficace all’atto della dimissione dall’ospedale.

La sostanza stupefacente, il bilancino e il denaro sono stati posti sotto sequestro penale. L’hashish è già stato conferito al laboratorio di analisi per accertarne la quantità di principio attivo.