Quantcast
Disaccordi

Parco di Portofino, Garibaldi e Piana (Lega): “Attuali confini non si toccano, sentenza Tar non può dettare tempi percorso in atto”

Il Tar del Lazio ha parzialmente accolto un ricorso sul perfezionamento e la conclusione del procedimento istitutivo del Parco Nazionale di Portofino

parco portofino

Genova. “Il Parco di Portofino è una straordinaria biodiversità e mantiene peculiarità uniche al mondo, ma gli attuali confini non si toccano e non può essere una sentenza del Tribunale amministrativo a dettare i tempi di un percorso politico istituzionale che è in atto” – a dichiararlo i consiglieri regionali della Lega, il vice capogruppo Sandro Garibaldi e Alessio Piana a seguito della sentenza di ieri del Tar del Lazio, che ha parzialmente accolto un ricorso sul perfezionamento e la conclusione del procedimento istitutivo del Parco Nazionale di Portofino. 

I due consiglieri continuano: “Ci auguriamo che il Ministero dell’Ambiente valuti anche le opportune azioni legali e amministrative a sostegno del confronto in atto e tenga in debito conto quanto gli è stato rappresentato in più occasioni da Regione Liguria, che ha raccolto le istanze dei sindaci dei territori.

Allargare il Parco da 3 a 20 Comuni sarebbe una cosa del tutto illogica perché andrebbe a congelare totalmente lo sviluppo di un territorio anziché favorirlo. Pertanto, occorre lasciare i confini nei comuni di Camogli, Portofino e Santa Margherita Ligure.”

E concludono: “Ovviamente pensando anche a progetti e iniziative per garantire ricadute turistico-economiche sul territorio dei Comuni limitrofi. Il Parco di Portofino è una cosa molto seria. Deve garantire anzitutto livelli ambientali elevati e uno sviluppo sostenibile dal punto di vista naturalistico e poi turistico ed economico per l’intero comprensorio.

L’ultima proposta della Lega era quella di iniziare l’eventuale trasformazione in Parco Nazionale annettendo l’Area Marina Protetta a quella terrestre,  mantenendo gli attuali confini individuati nel 1935 senza area contigua, con la ovvia ricaduta dei benefici su un’area molto più ampia e i flussi turistici distribuiti in modo intelligente per evitare sovraffollamenti che spesso oggi vediamo, ad esempio, nelle Cinque Terre“.

 

leggi anche
parco portofino
Parola fine?
Il parco di Portofino verso l’estensione dei confini su 11 comuni, Toti: “Folle che decida il Tar”