Quantcast
Grande evento

Giro dell’Appennino, Simona Ferro: “Un simbolo di ripartenza oltre che il solito evento eccezionale di sport”

Stefano Anzalone: "Lo sport persevera senza rinunciare alla grande forza interna che lo muove e promuove"

giro appennino 2014

Genova. Oggi, a Genova, ha avuto luogo la presentazione dell’82° Giro dell’Appennino, organizzato dall’U.S. Pontedecimo Ciclismo, in programma giovedì 24 giugno. Sarà valevole anche quale 69° Gran Premio Città di Genova, 28° Trofeo Regione Liguria e Memorial Tarcisio Persegona.

Simona Ferro, assessore allo sport della Regione Liguria, dichiara: “Per me è un vero piacere potere assistere da assessore allo sport della Regione Liguria a questa edizione del Giro dell’Appennino che si svolge per molti chilometri sulle strade della nostra regione. Vero che mancherà il classico appuntamento con la Salita della Bocchetta, ma il passaggio lungo i tornanti della Madonna della Guardia nel giorno di San Giovanni renderanno questa corsa un simbolo di ripartenza oltre che il solito evento eccezionale di sport”.

Stefano Anzalone, consigliere delegato allo sport del Comune di Genova, dice: “Sono molto felice che in questo 2021 si svolgerà nuovamente nella nostra regione l’82° Giro dell’Appennino, una delle più antiche e tradizionali competizioni sportive. In questo difficile momento epocale, il Giro dell’Appennino torna a testimoniare che lo sport persevera senza rinunciare alla grande forza interna che lo muove e promuove. E stato un anno difficilissimo per tutto lo sport, ma il ciclismo, una delle discipline più ‘pure e faticose’, è diventato per molti uno sport ritrovato. Salire sulla bicicletta è diventata una forma di libertà ritrovata, una nuova sfida che ha avvicinato le persone comuni agli atleti. Anche quest’anno, grazie alla determinazione dell’Unione Sportiva Pontedecimo in collaborazione con le amministrazioni cittadine, potremmo nuovamente assistere a quel meraviglioso spettacolo sportivo fatto di disciplina, fatica e gambe. Ringrazio gli atleti per la loro partecipazione e gli organizzatori per il loro determinato spirito sportivo ed auguro a tutti un indimenticabile 82° Giro dell’Appennino”.

“La Liguria e le colline piemontesi si presentano in tutta la loro bellezza al mondo dei ciclisti: un mondo di professionisti, di amatori, di appassionati e in questi ultimi tempi anche di tanti ciclisti urbani che ama questi percorsi – sottolinea Enrico Costa, al suo secondo Giro dell’Appennino da presidente -. Siamo particolarmente grati ai campioni e alle squadre che anche quest’anno onoreranno l’82° Giro dell’Appenino. Un’edizione che si presenta particolarmente attraente per le novità del tracciato con una sfida che sarà sicuramente ad altissimo livello. Una gara che si rinnova dal 1934 e che ha la fortuna di essere amata e sostenuta dalle comunità, dai numerosi comuni attraversati dalla corsa e dalle tante istituzioni che ci consentono di essere ogni anno al via”.

Beppe Costa, presidente e amministratore delegato di Costa Edutainment, commenta: “Siamo felici di poter dare un supporto a questa importante manifestazione sportiva che valorizza la nostra Regione. In un periodo così complesso possa essere un segnale di ritorno alla normalità per tutti e in particolare per i territori che faranno da cornice alla competizione”.

 Giro dell’Appennino
 Giro dell’Appennino

La cronotabella

leggi anche
Giro dell'Appennino
La presentazione
Il Giro dell’Appennino transiterà sulla salita alla Guardia: svelato il nuovo percorso