Quantcast
Post partita

Genova Calcio, Enrico Nelli: “C’è ancora la partita di ritorno, ce la possiamo giocare”

L'attaccante amareggiato per la terza rete dei locali: "Dovevamo essere più bravi a gestire il 2 a 2"

Genova. L’andata della semifinale playoff tra Ligorna e Genova Calcio è terminata col risultato di 3 a 2 dopo un’alternarsi di emozioni che non hanno di certo annoiato il pubblico presente.

Enrico Nelli, impiegato da mister Maisano nel primo tempo, commenta così l’incontro: “È stata una partita equilibrata. Loro, sicuramente, sapevamo che erano una squadra più forte di noi e più allenata perché non hanno mai smesso di allenarsi. Però, comunque sia, abbiamo fatto la nostra partita ma sul 2 a 2 siamo stati poco bravi, subendo il terzo gol. Però ora c’è la partita di ritorno, ce la possiamo giocare”.

La terza rete della squadra avversaria è arrivata nel momento migliore dei biancocrociati. “Dovevamo essere più bravi a gestire il 2 a 2 – ammette Nelli – però abbiamo già fatto tanto, c’era tanto caldo e non siamo abituati, avevamo tante assenze. Adesso c’è il ritorno e ce la giocheremo fino all’ultimo. Sicuramente per loro non sarà facile“.

La Genova Calcio ha tenuto testa ad una compagine di elevata caratura. “Sicuramente loro sono più forti e sono più allenati, lo sappiamo tutti, però noi siamo andati in campo per fare la nostra partita e comunque è tutto aperto per il ritorno” conclude l’attaccante classe 1999.

leggi anche
Mattia Placido
Mixed zone
Ligorna, Mattia Placido: “Partita bella e combattuta, abbiamo fatto un grande primo tempo”
Ligorna e Genova Calcio
Semifinali
Eccellenza: il Ligorna si aggiudica il primo round: contro la Genova Calcio finisce 3-2
Pietro Tripoli
Rete decisiva
Pietro Tripoli a segno per il 3-2: “Mi sono fatto trovare nel punto giusto al momento giusto”
maisano
Parola al mister
Beppe Maisano: “Se si gioca così si onora tutti il calcio, la mia squadra ha fatto il massimo”
Gianluca Cusato e Michael Orlando
Commenti a fine gara
Ligorna-Genova Calcio, la parola a Gianluca Cusato e Michael Orlando