Quantcast
Solidarietà

Ex Ilva, Anpi si schiera dalla parte dei lavoratori: “Anche gli enti locali prendano una posizione”

"Il Governo parli chiaro, ma le amministrazioni sappiano stare accanto ai lavoratori"

21 giugno, i lavoratori ex Ilva tornano in piazza

Genova. In attesa della manifestazione che nelle prossime ore dovrebbe arrivare sotto la prefettura genovese, non si ferma la solidarietà verso i lavoratori dell’ex Ilva: anche Anpi Genova, infatti, si schiera dalla loro parte, esortando gli enti locali a farsi sentire in maniera più decisa.

“Vi preoccupano le tensioni a Cornigliano? Il Governo parli chiaro, ma gli enti locali sappiano stare accanto ai lavoratori. Quella di oggi, venerdì 25 giugno, potrebbe essere una giornata fondamentale per il futuro dell’ex Ilva di Cornigliano – si legge in una nota stampa di Anpi Genova – Una fabbrica che sta a cuore a tutti i genovesi, non solo per il ruolo strategico che ha. A noi di Anpi ricorda, in particolare, che fu il luogo di lavoro e di lotta politico sindacale di Guido Rossa, a cui è intitolata anche la società di mutuo soccorso dello stabilimento”.

“Anpi è a fianco dei lavoratori nel chiedere al Governo certezze sul futuro dell’acciaio a Genova e il rispetto degli accordi presi in passato, soprattutto in un delicatissimo momento come quello attuale per l’Italia e il mondo del lavoro post-pandemia – continua la nota – Vogliamo anche sollecitare gli enti locali genovesi e liguri a schierarsi senza esitazione e in modo deciso a fianco dei lavoratori che rifiutano la cassa integrazione e chiedono solo di lavorare. Soprattutto perché lavoro ce n’è”.