Quantcast
Rigenerazione

Dal Comune un bonus affitto da 500 a 1000 euro al mese per portare 200 nuove imprese nel centro storico

Il 14 giugno sarà pubblicato il bando rivolto ad attività artigianali, commerciali e professionisti. Si punta a far rialzare saracinesche chiuse da tempo

vicoli centro storico

Genova. Il bando sarà pubblicato alle 14 del 14 giugno sul sito del Comune di Genova. L’amministrazione ha stanziato un budget importante per mettere a disposizione delle imprese che vorranno aprire attività o ampliare quella esistente in locali sfitti da almeno tre mesi, a piano strada. L’idea è quelle di aiutarle con un vero e proprio bonus affitto da un valore minimo di 6mila a un massimo di 10mila euro.

E l’ultima iniziativa del Comune di Genova nell’ambito del piano integrato “Caruggi”, per il rilancio complessivo della città vecchia. Il bando è stato presentato oggi nel salone di Rappresentanza di palazzo Tursi ed è rivolto a imprese artigianali, di servizi e di professionisti.

“Questo progetto ha un valore commerciale ma soprattutto ha un valore sociale – dice il sindaco di Genova Marco Bucci – è un’azione concreta per far rivivere zone abbandonate al degrado attraverso attività sane, da parte dell’amministrazione oltre ai soldi pubblici ci sarà anche un controllo costante sulla qualità delle attività aperte, sia sul fronte dell’ordine pubblico sia dell’occupazione”.

Il contributo andrà per i nuovi contratti di locazione, anche di imprese già esistenti, che vogliano ingrandire la propria attività affittando nuovi spazi su strada. Il bonus potrà essere erogato per un minimo di 30 mesi fino a un massimo di 60 a seconda del maggiore o minore prestigio della zona da rivitalizzare.

“Il nostro obbiettivo è che la presenza di nuovi negozi di vicinato, attività artigianali ma anche studi professionali accresca l’appeal di determinate aree del centro storico – dice l’assessore Paola Bordilli – per i prossimi mesi sono allo studio ulteriori bandi a sostegno delle attività economiche”.

Alla presentazione anche Maurizio Caviglia, segretario generale della Camera di Commercio di Genova: “Questa è un’azione concreta molto importante, speriamo che questo modello di aiuto possa essere trasferito anche in altri centri storici del territorio”.

Saranno ammesse al contributo anche le imprese già esistenti nel centro storico nel caso di trasferimento motivato dalla comprovata indisponibilità da parte del proprietario dell’immobile, sede dell’impresa, a una riduzione del precedente canone di almeno il 20%.

All’interno del perimetro del centro storico dopo un’analisi della mappatura dello stato dell’arte del tessuto commerciale e urbano condiviso con le associazioni di categoria, sono state individuate le aree per l’insediamento di nuove attività.

Quanto e come. Il contributo mensile sarà di 500 euro per locali con superficie inferiore ai 100 metri quadri e di 1000 euro per quelli di locali di superficie uguale o superiore ai 100 metri quadri. Sugli assi viari principali del centro storico il contributo sarà erogato per 30 mesi, mentre nelle altre zone il contributo avrà una durata di 36 mesi estendibile a 60.

leggi anche
  • Commento
    Bando affitti centro storico, Confesercenti: “Contributo importante ma servono ulteriori azioni”
    commercio centro storico negozi