Quantcast
L'opera

“Consider yourself as a guest”: l’opera realizzata con rifiuti plastici arriva in piazza De Ferrari

L’azienda FPT Industrial, specializzata nella produzione di motori industriali, presenta l’installazione dell’artista Christian Holstad per riflettere sull’importanza di proteggere i mari e gli oceani di tutto il mondo

Cornucopia in piazza De Ferrari

Genova.  È stata installata in piazza De Ferrari a Genova – e vi rimarrà fino a domenica 4 luglio – l’opera Consider yourself as a guest (Cornucopia) progettata dall’artista statunitense Christian Holstad (1972, Anaheim – California) e presentata nell’ambito di Slow Fish FPT Industrial, da sempre attiva con un impegno concreto rivolto alla tutela dei mari, proprio per la rilevanza che la produzione di motori marini ha per l’azienda.

FPT Industrial, azienda del gruppo CNH Industrial e leader nella produzione di motori industriali, conferma la sua grande attenzione nei confronti della sostenibilità diventando partner ufficiale di Slow Fish 2021, manifestazione biennale dedicata a tutti gli ecosistemi acquatici e ai loro abitanti, in programma a Genova da giovedì 1 a domenica 4 luglio 2021.

L’opera

L’opera, presentata nel 2019 alla Biennale d’Arte di Venezia e ad Artissima a Torino, riproduce una grande cornucopia, simbolo antico di fortuna e di abbondanza realizzata interamente con rifiuti plastici. L’artista, la cui ricerca si distingue per una particolare attenzione ai temi del consumo e il suo effetto sul mondo, ribalta la metafora di questa immagine iconica che acquisisce così un inedito senso negativo di “eccesso”. Il progetto si pone come una riflessione sull’urgenza di affrontare l’inquinamento dei mari di tutto il mondo, letteralmente “portando a galla” un problema di assoluta attualità e non lasciandolo nascosto nei fondali del mare.

“Un mio vicino di casa aveva appeso alla porta un cartello con scritto ‘Considerati un ospite’. Per anni ho visto ogni giorno quella frase, che è diventata per me come un mantra inconsapevole”, racconta Christian Holstad. “La nostra dipendenza dalla plastica non è sostenibile. I suoi effetti si stanno espandendo nei nostri continenti e nelle nostre acque. Consider yourself as a guest (Cornucopia) è una riflessione sull’impatto che abbiamo sul pianeta e sul nostro ruolo di consumatori che alimentano questa crescente massa di plastica”.

Consider yourself as a guest (Cornucopia) rientra in un ampio programma di iniziative sostenute da FPT Industrial che si concretizzano in diverse macro-aree di intervento, tra cui il sostegno a progetti e comunità nella salvaguardia dell’ecosistema tramite l’adozione e la conservazione di metodi di pesca e lavorazione sostenibili ed equi. L’installazione di Christian Holstad si lega infatti al progetto A pesca di plastica, di cui l’azienda è stata partner nel 2019 e nato con la volontà di sensibilizzare verso la tutela dei mari. L’iniziativa ha visto il coinvolgimento di 12 pescherecci di San Benedetto del Tronto che, in una sola giornata di lavoro, hanno “raccolto” dal mare 358 kg di rifiuti, dimostrando come sia necessaria la diffusione di buone pratiche intorno a questo tema.

Per tutta la durata di Slow Fish l’azienda è inoltre presente al Porto Antico di Genova con un proprio stand all’interno del quale è esposto un propulsore marino del brand.

“Come gruppo leader da ormai dieci anni consecutivi dei più prestigiosi indici internazionali di sostenibilità”, dichiara Daniela Ropolo, Head of Sustainable Development Initiatives di CNH Industrial, “è per noi naturale sostenere le persone e le organizzazioni che decidono di fare la differenza nel campo della salvaguardia ambientale, creando intorno a loro un circolo virtuoso di pensieri, comportamenti e stili di vita e di consumo, che si allarga sempre più: proprio come i cerchi nell’acqua. La partnership con Slow Fish si inserisce in un percorso nato da tempo con Slow Food e che ci vede impegnati nel sostegno a realtà che promuovono la sostenibilità in modo concreto e fanno proprio della sostenibilità la loro ragion d’essere”.

 

“Abbiamo dimostrato con le nostre iniziative passate, come ‘A pesca di plastica’ che ha consentito di recuperare tre tonnellate di plastica dalle coste dell’Adriatico, quanto la salvaguardia del mare e delle sue risorse naturali ci stia a cuore”, afferma Egle Panzella, responsabile Sustainability di FPT Industrial. “Essere Official Partner di Slow Fish è un privilegio, ma è soprattutto l’occasione di incontrare nuove realtà che condividono con noi questo impegno attivo e di dare risonanza alla nostra visione della sostenibilità. Questa collaborazione ci vede impegnati su un progetto integrato, dove ogni partner promuove un impegno concreto nella salvaguardia del mare, culla della vita sul nostro pianeta, ma che purtroppo è anche il luogo dove tutte conseguenze di comportamenti sbagliati finiscono inevitabilmente per sfociare”.