Banca Carige, cartolarizzazione per 383 milioni di crediti Esg - Genova 24
Operazione

Banca Carige, cartolarizzazione per 383 milioni di crediti Esg

Gli oltre 2,8 miliardi di finanziamenti concessi nell’ambito delle misure promosse dal governo per sostenere l’economia nel contesto pandemico hanno creato i presupposti per poter procedere con la cartolarizzazione

banca carige

Genova. Banca Carige ha cartolarizzato un portafoglio di crediti Esg (Environment, Social and Corporate Governance) per circa 383 milioni di euro, suddiviso in una tranche senior per 320 milioni e in una tranche junior per 62,7 milioni di euro.

“L’operazione – spiega l’istituto ligure in una nota – è la prima del genere in Italia e tra le prime in Europa”: i crediti dell’emissione, assistiti da garanzia Mcc (in base al decreto Liquidità), hanno in particolare un elevato ‘standing’ e sono tali da poter rientrare nelle definizioni Esg.

L’intensa opera di supporto all’economia dei territori nei quali opera la Banca, realizzata attraverso la delibera di oltre 2,8 miliardi di euro di finanziamenti concessi nell’ambito delle misure promosse dal Governo per sostenere l’economia nel contesto pandemico, ha creato i presupposti per poter procedere con la cartolarizzazione.

I titoli, con cedola 0,4% per i senior e 3% per quelli junior, saranno interamente sottoscritti da Banca Carige e Banca Monte Lucca Nell’ambito dell’operazione PMI100, Banca Intesa Sanpaolo ha svolto il ruolo di strutturatore della cartolarizzazione e advisor per la redazione del social bond framework di Banca Carige.

La banca si è avvalsa inoltre di Iss Corporate Solution come terzo verificatore per ottenere la certificazione (spo) sull’allineamento ai principi Icma Esg Social del Framework e per l’ottenimento della certificazione Sts (simple, transparent and standardised). Coinvolta anche Bank of New York. La consulenza legale è stata affidata allo Studio Chiomenti e allo Studio Orrick. (ANSA).

Più informazioni