Andrete in vacanza in Piemonte? Ecco come prenotare la seconda dose di vaccino in ferie - Genova 24
Da giovedì

Andrete in vacanza in Piemonte? Ecco come prenotare la seconda dose di vaccino in ferie

Dal 1° luglio l'accordo tra Regioni diventa operativo, Toti: "Agevolare i cittadini ci mette al sicuro rispetto alle varianti"

Genova. Dal 1° luglio i turisti liguri che passeranno almeno 14 giorni di vacanze in Piemonte – e viceversa – potranno prenotare la seconda dose del vaccino anti-Covid nella regione in cui soggiorneranno. L’accordo, primo in Italia e già annunciato negli scorsi giorni, è stato presentato oggi dal presidente ligure Giovanni Toti e dal piemontese Alberto Cirio.

La novità interessa circa 50mila liguri, prevalentemente persone che hanno una seconda casa in campagna o in montagna. “È un accordo che credo aiuterà in un momento in cui la campagna vaccinale sta rallentando dopo l’entusiasmo per le categorie più fragili – ha commentato Toti -. Oggi gli slot vaccinali sono disponibili in tutte le aziende sanitarie della Liguria, abbiamo spazio. Credo che agevolare i nostri cittadini perché possano vaccinarsi senza aspettare il rientro dalle vacanze metta tutti al sicuro rispetto alle varianti”.

COME FARE

Da 1° luglio si potrà accedere a portale ilpiemontetivaccina.it dove ci sarà un’apposita sezione “In vacanza in Piemonte“. I requisiti sono tre: bisogna essere assistiti dalla Regione Liguria, nati prima del 1° gennaio 2006 e dichiarare online che si soggiornerà in Piemonte per almeno 14 giorni.

Verranno richiesti alcuni dati: il codice fiscale, il numero di tessera sanitaria, il numero di telefono o l’indirizzo e-mail. Quindi si dovrà inserire il Comune di permanenza, la data di inizio e fine della vacanza, la tipologia di vaccino inoculato per la prima dose e la data dell’appuntamento già ricevuto per la seconda.

Entro 48 ore si riceve un sms con la conferma della prenotazione. Il centro vaccinale sarà quello più vicino al luogo di vacanza e la data sarà la più vicina possibile a quella già fissata per il richiamo, comunque compresa nel periodo di soggiorno indicato nel modulo. Gli under 60 che si sono vaccinati con AstraZeneca riceveranno la seconda dose di Pfizer e Moderna, a meno che non indichino espressamente di voler ricevere AstraZeneca.

Per i piemontesi in Liguria il meccanismo è simile: si accede al portale prenotovaccino.regione.liguria.it e si inseriscono gli stessi dati. A differenza del sito piemontese, bisognerà selezionare l’azienda sanitaria di riferimento (Asl 1 Imperiese, Asl 2 Savonese, Asl 3 Genovese, Asl 4 Tigullio, Asl 5 Spezzina) anziché il comune e si potrà scegliere direttamente l’ambulatorio dove ricevere la seconda dose.

LE PROSPETTIVE

L’accordo al momento non ha una scadenza, ha spiegato Toti, ma sarà valido probabilmente fino all’inizio del periodo scolastico, quindi metà settembre. È previsto un meccanismo di conguaglio tramite la struttura commissariale in modo che ogni Regione possa disporre delle dosi necessarie a vaccinare i turisti. Si stima che ogni anno siano circa 50mila i liguri che trascorrono le vacanze in Piemonte, 250mila i piemontesi che le passano in Liguria, dunque le dosi necessarie non supereranno questi numeri.

Il prossimo accordo potrebbe arrivare con la Lombardia, conferma Toti: “Ho sentito il presidente Fontana pochi minuti fa. Le nostre direzioni generali sono già in contatto, nelle prossime ore si terrà una conference call anche coi tecnici per stimare la capacità di dialogo dei nostri sistemi informatici. Se sarà, sarà nelle prossime settimane. Cercheremo di attivarlo il prima possibile, ovviamente se la Lombardia o le altre regioni lo riterranno opportuno. Noi ovviamente siamo al servizio delle altre regioni e della campagna nazionale, perché non ci sono molti liguri che passano le vacanze in Lombardia”.

Più informazioni
leggi anche
spiagge turisti
Possibilità
Covid, dopo i piemontesi la Liguria valuta di vaccinare anche i turisti lombardi