Quantcast
Il caso

Ancora svastiche e minacce al campo sinti di Bolzaneto, indagini in corso

E' il secondo episodio del genere nel giro di pochi giorni

svastica campo sinti

Genova. A distanza di 20 giorni da un episodio simile, nella mattinata di ieri, sono apparse nuove scritte minacciose e il disegno di una svastica nei pressi del campo sinti di Bolzaneto, in via Nostra signora della guardia, in Valpolcevera.

Questa volta la svastica e la scritta “maledetti” sono comparse, vergate con dello spray nero, sul retro e sulla fiancata di un camper parcheggiato appena fuori i cancelli del campo e di proprietà di una famiglia appena arrivata al campo.

Sull’episodio sono sopraggiunte le volanti della polizia di Stato con la Digos. Indagini in corso da parte delle forze dell’ordine. Del caso precedente si erano occupati i carabinieri. Purtroppo il punto dove era in sosta il veicolo non rientra nel raggio d’azione di telecamere di videosorveglianza e non ci sono testimonianze di quanto accaduto. I proprietari hanno spiegato di non aver avuto alcun dissidio.

Il 15 maggio scorso un volantino con una svastica era stato affisso su una cancellata accanto allo stesso campo sinti. Sopra c’era anche scritto. “Abbiamo vinto noi, a morte zingari maledetti”.

Uno dei membri della comunità sinti aveva scritto un post sul gruppo facebook del quartiere denunciando il grave episodio: “E’ davvero assurdo essere nel 2021 ed essere ancora così cattivi e ignoranti, abbiamo chiamato i carabinieri che provvederanno a prelevare le impronte”.

leggi anche
Generico giugno 2021
Escalation
Svastiche e vendette, i sinti di Bolzaneto ora hanno paura: “Prima o poi ci daranno fuoco”