Anche in Liguria l'operazione europea delle Polstrada, alla guida ubriaco scoperto anche l'autista di un tir - Genova 24
Roadpol

Anche in Liguria l’operazione europea delle Polstrada, alla guida ubriaco scoperto anche l’autista di un tir

Lo scopo dell’operazione contro la guida in stato di alterazione da per uso di sostanze alcoliche era quello di incrementare i livelli di sicurezza sulle strade e autostrade

Generico giugno 2021

Genova. Terminata “alcol e droghe” l’iniziativa europea di sensibilizzazione contro la guida in stato di ebbrezza organizzata da “Roadpol”, il network europeo delle polizie stradali. Lo scopo dell’operazione contro la guida in stato di alterazione da per uso di sostanze alcoliche era quello di incrementare i livelli di sicurezza sulle strade e autostrade e ridurre il numero delle vittime di incidenti stradali, perché si sviluppi sempre di più la coscienza che in quel momento tutte le forze di polizia stradale stanno operando con le stesse modalità per lo stesso fine: garantire la sicurezza stradale.

L’iniziativa si colloca nell’ambito delle azioni di sensibilizzazione in adesione al Piano d’Azione Europeo 2021-2030 con l’obiettivo di dimezzare il numero di decessi da incidenti stradali e diminuire il numero di feriti gravi in Europa e nel mondo.

Anche la polizia stradale ligure ha organizzato servizi mirati volti a contrastare tali comportamenti, sanzionando 5 persone per guida in stato di alterazione per uso di sostanze alcoliche, con il ritiro di altrettante patenti.

Durante tale campagna la stradale di Genova ha poi denunciato un conducente professionale trovato alla guida di un mezzo pesante con un tasso alcolemico di ben 4,2 g/l; il comportamento altamente pericoloso ha poi determinato un provvedimento di revoca della patente per l’autotrasportatore imprudente.

Più informazioni