Quantcast
Attività outdoor

Altum Park, iniziati i centri estivi del CSI

Ottantuno bambini e ragazzi fra i 4 ed i 14 anni di età seguiti da educatori-operatori supportati dalle ragazze dell'Agesci Genova 51

Genova. Venticinque gradi ed una bella giornata di sole: con queste condizioni meteo sono iniziati i centri estivi 2021 ad Altum Park, il sito polisportivo più grande della Liguria, struttura di riferimento per le attività outdoor del Centro Sportivo Italiano e uno dei più qualificati Educamp Coni.

Ottantuno gli iscritti in questa prima settimana, bambini e ragazzi fra i 4 ed i 14 anni di età. Molti sono saliti a San Desiderio accompagnati dai genitori, altri hanno usufruito del comodo servizio navetta taxi con partenze da Piazza della Vittoria, Acquasola, Sturla, Via Carrara e San Fruttuoso.

“L’impatto con l’aria aperta, con i boschi, quest’anno è meno forte rispetto al 2020 perché dodici mesi fa eravamo appena usciti dal lockdown – dice Enrico Carmagnani, presidente CSI Genova -. Tuttavia per i ragazzi è sempre emozionante fare attività in mezzo alla natura, addirittura sugli alberi, praticando le tante discipline che proponiamo”.

Sono una trentina gli educatori-operatori che si prenderanno cura dei ragazzi durante le tredici settimane dei centri estivi, programmate fino alla riapertura delle scuole. Li supportano, come volontarie, in questi primi giorni, alcune ragazze dell’Agesci Genova 51 che fanno riferimento alla parrocchia di Santa Maria Assunta di Rivarolo. Hanno un’età compresa fra i 12 e i 16 anni e sono molto contente di concludere il loro programma annuale formativo ad Altum Park.

“Abbiamo confermato le storiche collaborazioni con Legambiente, con la Federazione italiana escursionismo, con la Protezione Civile, che proporrà anche quest’anno il laboratorio sulla ricerca di persone con cani addestrati. Fra le novità c’è la collaborazione con l’Associazione Il Triciclo, con ‘Musica e Magia‘, un format pensato appositamente, in collaborazione con l’omonima associazione, per bimbi più piccoli. Forse però la novità più significativa del 2021 è ‘English Camp‘, la possibilità di fare attività sportiva con una ‘full immersion’ di inglese grazie ad insegnanti madre lingua” conclude Carmagnani.