Quantcast
Teatro

Al via la stagione di Teatro Pubblico Ligure: tappa anche a Sori e Pieve Ligure

Ilaria Cavo: "Ci sono i grandi interpreti come Tullio Solenghi, David Riondino, Paolo Rossi e Dario Vergassola, ci sono il Ponente e il Levante della Liguria. Ma più di tutto c'è questo forte legame tra la cultura e il territorio"

Sori SantApollinare

Liguria. Tornano gli spettacoli e i progetti promossi da Teatro Pubblico Ligure: in programma 40 spettacoli in 60 giorni tra fine giugno e inizio settembre, sia nella nostra regione sia in Italia.

In particolare sono in calendario 25 recite in Liguria, un nuovo Festival dedicato al Teatro Romano di Ventimiglia: Albintimilium Theatrum Fest con 6 appuntamenti e sei prime nazionali.

Inoltre per il quinto anno consecutivo Teatro Pubblico Ligure sarà ospite al Teatro Romano di Fiesole con un nuovo progetto: Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori, il canto del Rinascimento italiano

Star sistema teatri antichi romani creato da Teatro Pubblico Ligure e Direzione Musei della Liguria cresce e valorizza i siti archeologici nei Comuni di Ameglia, Luni, Portovenere, Chiavari, Albisola Superiore, Finale Ligure, Albenga, Ventimiglia.

«Teatro Pubblico Ligure – scrive Sergio Maifredi – ha fin da subito creduto nella propria mission di valorizzazione dei territori e delle comunità. Ora più che mai è vicina alle Amministrazioni nel grande lavoro di rigenerazione necessario per superare la fase di emergenza con uno sguardo agli obiettivi futuri. Vorrei ringraziare la Regione Liguria ed in particolare l’Assessore Ilaria Cavo per aver creduto nelle potenzialità di Teatro Pubblico Ligure, per averle sostenute ed incentivate, seguendo costantemente il nostro lavoro con il territorio. Teatro Pubblico Ligure si è da sempre strutturato per essere un soggetto culturale regionale accanto alle Istituzioni ed ai Comuni ed il fatto che nel tempo le Amministrazioni ci abbiano rinnovato la fiducia, continuando insieme il lavoro, è il nostro biglietto da visita».

«Ci sono gli spettacoli – dichiara l’assessore Ilaria Cavo – con le prime nazionali, ci sono i grandi interpreti come Tullio Solenghi, David Riondino, Paolo Rossi e Dario Vergassola, ci sono il Ponente e il Levante della Liguria. Ma più di tutto c’è questo forte legame tra la cultura e il territorio. Regione Liguria sostiene dunque il Teatro Pubblico Ligure che in questa estate particolare è stato capace di proporre un calendario di ben 40 spettacoli in 60 giorni. Il programma è al tempo stesso segnale di vivacità e di coraggio nel valorizzare una regione intera attraverso progetti come STAR il Sistema Teatri Antichi Romani che, da Ventimiglia a Luni, porta a intrecciare il teatro con l’arte e la storia».

Teatro Pubblico Ligure

Teatro Pubblico Ligure, fondato e diretto da Sergio Maifredi, si apre all’estate 2021 con un fitto programma di spettacoli dal vivo in Liguria e in Italia, traguardando una Stagione 2021/2022 ricca di novità. Tutto il cartellone è dedicato all’idea di rigenerazione dei territori e delle comunità che li abitano attraverso gli spettacoli dal vivo, partendo dal recupero della propria identità condotto grazie al potere inesauribile della cultura. Ogni progetto è costruito su misura per la realtà in cui viene proposto ed è valorizzato sulla scena da grandi interpreti. Nel 2011 TPL ha creato STAR Sistema Antichi Teatri Romani, che mette in rete i siti archeologici protetti dalla Soprintendenza della Liguria. Non solo gli anfiteatri romani di Luni e Ventimiglia, che collegano i due estremi della Liguria, ma i siti del Varignano a Porto Venere, la Fortezza Firmafede di Sarzana, la necropoli di Cafaggio a Luni, Alba Docilia ad Albenga, hanno ospitato studiosi come Nicola Gardini, Massimo Cacciari, Giulio Guidorizzi, Maurizio Fiorilla, artisti come Tullio Solenghi, Maddalena Crippa, Ascanio Celestini, Paolo Rossi e tanti altri, che hanno portato Parole Antiche per Pensieri Nuovi in luoghi che trasudano storia. Altri progetti hanno condotto il pubblico alla riscoperta di panorami unici come gli scali a mare di Pieve Ligure o gli angoli meno conosciuti delle Cinque Terre, luoghi a cui da anni sono dedicati festival molto seguiti da un pubblico che si è dimostrato fedele, stagione dopo stagione.

Tutti i progetti di Teatro Pubblico Ligure sono realizzati con il contributo della Regione Liguria – Assessorato alla Comunicazione, Formazione, Politiche Giovanili e Culturali, con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, della Fondazione De Mari e dei Comuni coinvolti, in collaborazione con la Direzione regionale Musei della Liguria. La Fondazione Compagnia di San Paolo sostiene Teatro Pubblico Ligure attraverso il bando Rincontriamoci.

L’estate 2021 di Teatro Pubblico Ligure comprende oltre 40 spettacoli in Italia, di cui oltre 25 in Liguria, in scena dal 24 giugno al 1 settembre. Fra le novità l’Albintimilium Theatrum fEst a Ventimiglia, gli spettacoli Maqroll, gabbiere di Federico Sirianni, Le isole del tesoro di Giuseppe Cederna, Ogni luogo è un dove di Marco Aime (anche nella veste di autore di canzoni), Stand up Omero con Paolo Rossi, il progetto Le donne, i cavallier, l’arme e gli amori. Il Canto del Rinascimento italiano a Fiesole. Tornano Sipario mare. I borghi raccontano ad Ameglia (V edizione), Scali a mare – Pieve Ligure Art Fest a Pieve Ligure (XIV edizione), Odissea nella Fortezza a Sarzana (II edizione), Soriteatro sul sagrato di Sant’Apollinare a Sori, gli spettacoli alla Fortezza di Castelfranco di Finale Ligure e ad Albenga, Portus Lunae Art Festival a Luni (VI edizione), 5 Terre Art Festival a Riomaggiore (IV edizione). Ne sono protagonisti Maurizio Lastrico, Tullio Solenghi, Moni Ovadia, Roberto Alinghieri, David Riondino e Dario Vergassola, Pierpaolo Piludu, Maddalena Crippa, Mario Incudine e Antonio Vasta, Amanda Sandrelli, oltre ai già citati. Una menzione a sé stante merita Maurizio Fiorilla, docente di Filologia all’Università di Roma Tre, che a Luni intreccerà la sua lectio magistralis su La geografia dell’Ulisse di Dante con l’esibizione di Riondino in un serata intitolata Per l’alto mare aperto. Tutti i festival sono ideati e diretti da Sergio Maifredi.

Programma

Partenza dal Teatro Romano di Fiesole, dove alla 74ª Estate Fiesolana dal 24 giugno al 5 agosto va in scena il nuovo progetto Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori. Il Canto del Rinascimento italiano con quattro spettacoli: Orlando furioso di Ludovico Ariosto con Tullio Solenghi, Armida dalla Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso con Maddalena Crippa, la drammaturgia di Peter Stein e l’introduzione di Corrado Bologna, Baiardo e Brigliadoro. Cavallli e paladini dall’Opra dei Pupi con Mario Incudine, Antonio Vasta e la partecipazione di Moni Ovadia, Morgante e Margutte dal Morgante di Pulci con David

Riondino e Dario Vergassola. Fa parte di STAR Sistema Antichi Teatri Romani. Info su www.comune.fiesole.fi.it/opencms/opencms/cultura/estate-fiesolana/

Sempre il 24 giugno, a Celle Ligure, è andato in scena il nuovo spettacolo di Federico Sirianni, Maqroll, gabbiere, diretto da Sergio Maifredi e parte del progetto Capitani coraggiosi, dedicato da Teatro Pubblico Ligure alla grande letteratura del mare, riportata sul palcoscenico in un viaggio a tappe, come scali di una rotta attraverso gli oceani. Liberamente ispirato ai romanzi di Alvaro Mutis, Maqroll, gabbiere posa l’attenzione su una figura particolare di marinaio, quello che sta nel cestello in alto sull’albero maestro, il più solo ma anche quello che vede più lontano. Le parole e le musiche sono di Federico Sirianni, che con lo stesso titolo ha inciso un concept album contenuto in un libro di autori vari, tra cui Martha Canfield e Barbara Fiorio, edito da Nota Music. Divide il palco con Raffaele Rebaudengo e Filippo FiloQ Quaglia. Maqroll, gabbiere andrà in scena anche a Ciriè (19 luglio), Asti (20 luglio), Saluzzo (1 settembre) in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo, e in altri luoghi della Liguria di cui parleremo più avanti. Info su infoturismocelle@comunecelle.it

A Ameglia, in provincia della Spezia, il 4 luglio la V edizione di Sipario mare. I borghi raccontano, festival ideato e diretto da Teatro Pubblico Ligure con il sostegno del Comune di Ameglia e IREN S.p.A. main sponsor propone Maurizio Lastrico autore e interprete di Nel mezzo del casin di nostra vita. Il progetto fa parte di STAR Sistema Antichi Teatri Romani. Info www.comune.ameglia.sp.it/

La XVI edizione di Scali a mare – Pieve Ligure Art Festival di Pieve Ligure, in provincia di Genova, si compone quest’anno di due appuntamenti in scena entrambi allo Scalo Torre. In uno scenario unico, affacciato sul golfo Paradiso, il 5 luglio va in scena il nuovo spettacolo Le isole del tesoro di Giuseppe Cederna e Sergio Maifredi da Robert Louis Stevenson, parte del progetto Capitani coraggiosi ideato e diretto da Maifredi. Le isole di cui racconta Cederna sono due, perché all’Isola del tesoro di uno dei più grandi romanzi d’avventura in assoluto, scritto da Stevenson, si è aggiunta l’isola greca dove l’attore si rifugia ogni volta che può, come ha fatto appena il lockdown lo ha permesso in una pausa forzata di cui lo spettacolo bloccato si è, in verità, arricchito. Letteratura e biografia si sono mescolate alla scoperta, sulla carta e nella vita, dei tesori per cui ognuno sente di dover lottare. Il 3 agosto va in scena un altro spettacolo nuovo, Ogni luogo è un dove di e con Marco Aime, autore del testo e per la prima volta delle canzoni, che sulla scena è accompagnato da Massimo Germini, autore delle musiche, ed Eleni Molos per il canto, la voce narrante e i rumori. È un viaggio nello spazio che Marco Aime ha scritto, per raccontare quanta strada calpestano gli uomini per attraversare cieli, muri, deserti e mari, per affermare il proprio diritto e il desiderio di vita. Poco a poco, questo viaggio nello spazio si trasforma in un viaggio nel tempo, perché anche noi siamo stati migranti. Ogni luogo è un dove, diretto da Maifredi, è prodotto da Teatro Pubblico Ligure in collaborazione con Pistoia – Dialoghi sull’uomo. Info su www.comune.pieveligure.ge.it

Alla Fortezza Firmafede di Sarzana, in provincia della Spezia, torna per il secondo anno Odissea alla Fortezza, progetto ideato e diretto da Sergio Maifredi per Teatro Pubblico Ligure. Dal 6 luglio all’1 agosto vanno in scena 3 spettacoli di Odissea un racconto mediterraneo: L’isola dei Feaci – Canti V-VIII con Giuseppe Cederna (6 luglio), Il Ciclope – Canto IX con Mario Incudine e Antonio Vasta (26 luglio), L’ultima Odissea – Canto XXIV con David Riondino e Dario Vergassola. Fa parte di STAR Sistema Antichi Teatri Romani. Info su www.comunesarzana.gov.it/eventi

La Stagione 2021/2022 di Soriteatro si apre quest’anno sul sagrato di Sant’Apollinare, una delle frazioni di Sori, che per il secondo anno diventa un palcoscenico all’aperto, uno dei tanti a cui l’attività di Teatro Pubblico Ligure ha mostrato le potenzialità. Vanno in scena due spettacoli che a causa della pandemia nei mesi scorsi sono stati annullati. Il 7 luglio Federico Sirianni, Raffaele Rebaudengo e Filippo FiloQ Quaglia debuttano con Maqroll, gabbiere, mentre il 15 luglio Pierpaolo Piludu porta in scena Pesticidio, che lui stesso ha scritto con Andrea Serra. Prodotto da Cada Die Teatro, racconta la storia di un contadino sardo e suo figlio, che lottano contro l’inquinamento provocato da un’industria che avvelena le loro terre.

Nella Fortezza di Castelfranco di Finale Ligure vanno in scena quattro spettacoli dal 12 luglio al 10 agosto, nell’ambito della rassegna Castelfranco Estate 2021 organizzata dal Comune di Finale Ligure, in provincia di Savona. Si comincia il 12 luglio con Ulisse Achab Noè da Omero, Melville e il Libro dei Libri con Moni Ovadia, che fa parte del progetto Capitani coraggiosi. Si prosegue il 21 luglio con Maddalena Crippa protagonista di Penelope, canti XXIII e XIX di Odissea un racconto mediterraneo, il 2 agosto con David Riondino ne Il Corsaro Nero da Emilio Salgari, altro titolo di Capitani coraggiosi, per chiudere il 10 agosto con Amanda Sandrelli ne La ninfa Calipso, canto V di Odissea un racconto mediterraneo. Progetti e regie di Sergio Maifredi. Info su http://turismo.comunefinaleligure.it/castello/fortezza-castelfranco

Venerdì 16 luglio nell’anfiteatro romano di Luni, in provincia della Spezia, saranno David Riondino e Maurizio Fiorilla, docente di Filologia all’Università Roma Tre, ad aprire la sesta edizione del Portus Lunae Art Festival tra le pietre dell’antica città di Luna con Per l’alto mare aperto. La geografia dell’Ulisse di Dante, in cui la lectio magistralis dello studioso si unisce alla performance dell’attore, in una serata preziosa. Il 25 luglio si prosegue con Ulisse Achab Noè da Omero, Melville, il Libro dei Libri con Moni Ovadia, protagonista del progetto Capitani coraggiosi ideato e diretto da Sergio Maifredi, mentre il 4 agosto sarà l’antropologo Marco Aime a chiudere il festival con Ogni luogo è un dove, in cui divide il palco con Massimo Germini, autore delle musiche ed Eleni Molos per il canto, la voce narrante e i rumori. È un viaggio nello spazio che Marco Aime ha scritto, per raccontare quanta strada calpestano gli uomini per attraversare cieli, muri, deserti e mari, per affermare il proprio diritto e il desiderio di vita. Poco a poco, questo viaggio nello spazio si trasforma in un viaggio nel tempo, perché anche noi siamo stati migranti. Ogni luogo è un dove, diretto da Maifredi, è prodotto da Teatro Pubblico Ligure in collaborazione con Pistoia – Dialoghi sull’uomo. Portus Lunae Art Festival fa parte di STAR Sistema Antichi Teatri Romani. Info su www.comune.luni.sp.it/it-it/appuntamenti/portus-lunae-art-festival

STAR Sistema Antichi Teatri Romani quest’anno si completa unendo i due estremi della Liguria, Luni e Ventimiglia, dove si trovano le più importanti vestigia romane della regione, veri e propri tesori dell’antichità, protetti dalla tutela della Direzione regionale Musei della Liguria che fa capo al Ministero dei Beni Culturali. Teatro Pubblico Ligure con la sua attività ha riportato a Luni e riporta ora anche a Ventimiglia gli spettacoli fra le pietre della storia, con la linea Parole Antiche per Pensieri Nuovi. Nasce sotto questa egida l’Albintimilium Theatrum fEst, che avrà luogo dal 24 luglio all’11 agosto nel Teatro Romano dell’Area Archeologica di Nervia. In programma sei spettacoli di Odissea un racconto mediterraneo, il progetto ideato e diretto da Sergio Maifredi che da oltre dieci anni riporta alla viva voce di grandi cantori contemporanei il poema omerico, uno dei testi fondativi della cultura occidentale. Sarà Paolo Rossi ad aprire la rassegna con La maga Circe – Canto X (24 luglio), seguito da Giuseppe Cederna con L’isola dei Feaci – Canti V-VIII (29 luglio), Mario Incudine e Antonio Vasta con Il Ciclope – Canto IX (30 luglio), Moni Ovadia con La gara dell’arco – Canto XXI (6 agosto), David Riondino e Dario Vergassola con I patti di pace – Canto XXIV (9 agosto) e Amanda Sandrelli con La ninfa Calipso – Canto V (11 agosto). Ogni spettacolo sarà preceduto, alle ore 18.30, nella Chiesa di San Michele e all’Oratorio dei Neri di Ventimiglia Alta da VIA – Incontri e racconti Lungo la Via Julia Augusta, antica via di comunicazione che attraversa Ventimiglia e collegava la Liguria con Roma.

Ad Albenga il 1 agosto, nella nuova arena estiva di piazza Enzo Tortora, Tullio Solenghi porta in scena Una risata pazzesca. Tullio Solenghi legge Paolo Villaggio, spettacolo prodotto da Teatro Pubblico Ligure con la regia di Sergio Maifredi, con l’obiettivo di dare il giusto valore al Villaggio scrittore, autore di espressioni diventate d’uso comune come “megagalattico” o “poltrona di pelle umana”. Grande, intramontabile umorismo. Info su www.comune.albenga.sv.it

A Riomaggiore torna il 5 Terre Art Festival, arrivato alla quinta edizione. Si comincia l’8 agosto con Telemaco Signorini pittore a Riomaggiore ed è interpretato da David Riondino con la regia di Sergio Maifredi. Si tratta di un nuovo spettacolo dedicato al pittore Telemaco Signorini, che proprio a Riomaggiore ha vissuto e si ispirato per la sua arte, traferendosi in una parte della Liguria che nel tempo ha riunito decine e decine di artisti di fama internazionale, divenuti interpreti e protagonisti di un paesaggio unico e fragile, testimoni della bellezza della natura resa ospitale e fertile grazie al lavoro millenario degli uomini. Inoltre, il 14 luglio a Manarola, Roberto Alinghieri è il protagonista di Odisseo e il cane Argo, canto XVII di Odissea un racconto mediterraneo. Progetti e regia di Sergio Maifredi.

La Stagione estiva 2021 di Teatro Pubblico Ligure comprende altri spettacoli in scena in Italia. È iniziata il 22 giugno ad Ala, in provincia di Trento dove, dopo una settimana di prove in residenza, Corrado d’Elia e Gian Luca Favetto, con la regia di Sergio Maifredi, hanno presentato il nuovo spettacolo Ritorno ai Promessi Sposi. Un’epopea contemporaneo a prova di Netflix!, che proseguirà il suo cammino durante i mesi invernali. A Foligno, in provincia di Perugia, il 17 luglio arriva Giuseppe Cederna con Le isole del tesoro, uno degli spettacoli del progetto Capitani coraggiosi. A Trento il 27 luglio Marco Aime, Massimo Germini ed Eleni Molos sono i protagonisti di Ogni luogo è un dove, in cui l’antropologo torinese è autore non solo del testo ma anche delle canzoni. A Veleia Romana, in provincia di Piacenza, il 28 luglio, ospite del Festival di Teatro Antico di Veleia diretto da Paola Perazzini, Paolo Rossi debutta in prima nazionale con Stand up Omero. Tutta l’Odissea in 60 minuti, ideato e diretto da Sergio Maifredi. A Costigliole d’Asti il 7 agosto David Riondino sarà Il Corsano Nero per Capitani coraggiosi. A Missaglia, in provincia di Lecco, il 26 agosto Maddalena Crippa partecipa alla VI edizione del Festival L’ultima luna d’estate con Didone – Libro IV di Eneide un racconto mediterraneo, progetto ideato e diretto da Sergio Maifredi per riportare alla viva voce dei cantori contemporanei il poema virgiliano. A Colleferro, in provincia di Roma, il 28 agosto Tullio Solenghi interpreta Decameron un racconto italiano in tempo di peste, progetto di Teatro Pubblico Ligure che riporta all’oralità il capolavoro di Giovanni Boccaccio.

Infine dal 7 settembre a Genova avrà luogo la XIV edizione di Dialoghi sulla rappresentazione, fra Palazzo Tursi, Palazzo San Giorgio, Palazzo Bianco, Palazzo Tobia Pallavicino, Palazzo Reale.