Quantcast

Lettera al direttore

La lettera

Acqua in cartone per tutti, l’associazione TRiciclo alla Regione: “Occasione persa”

Generico giugno 2021

Gentile Presidente Giovanni Toti

Abbiamo appreso dai social della iniziativa “Acqua in cartone per tutti”: oggi Regione Liguria organizza nei 4 capoluoghi di provincia una distribuzione di “acqua in cartone” per la giornata mondiale dell’ambiente.

Purtroppo non siamo riusciti a muoverci in tempo per prendere contatti con Lei e dissuaderla da una iniziativa che appare come una occasione sprecata per fare sensibilizzazione sull’uso delle risorse, la produzione di rifiuti e gli stili di vita sostenibili.

Vogliamo comunque portare le nostre riflessioni su questa iniziativa con spirito costruttivo, segnalando quelli che ne sono i punti critici e mettendo a disposizione la nostra esperienza sul tema per le altre future iniziative della Regione Liguria sulle tematiche a noi care della sostenibilità ambientale.

Ci sentiamo di suggerire che meglio sarebbero spesi soldi pubblici se fossero state acquistate delle borracce per i bimbi delle scuole dell’infanzia e delle elementari per poter veicolare un messaggio ancora più importante nella giornata mondiale dell’ambiente: IL MIGLIOR RIFIUTO E’ QUELLO NON PRODOTTO. Ce lo insegnano autorevoli ambientalisti come Roberto Cavallo @Enzo Favorino Rossano Ercolini – Goldman Environmental Prize 2013 Luca Mercalli.

Rilanciamo pertanto in modo propositivo diffondendo una buona pratica educativa, quella di bere l’acqua del rubinetto, che spesso è anche più controllata e sicura, insegnando ai bimbi la fondamentale pratica di igienizzare la propria borraccia in modo adeguato, facendo di questa azione una lezione di senso civico da diffondere grazie ai tanti maestri responsabili delle nostre scuole.
Suggeriamo anche all’assessore Ilaria Cavo di poter attivare UNA CAMPAGNA CONCRETA DI DIFFUSIONE DELLE BORRACCE acquistandole per regalarle ai bimbi nelle scuole e apponendo sulle stesse serigrafie con messaggi di educazione a stili di vita sostenibili.
Non conosciamo ancora il tipo di materiale che viene utilizzato per i contenitori d’acqua che saranno distribuiti oggi, ma, se fosse tetrapack, il rischio è quello di trasmettere un messaggio scorretto, ovvero che il tetrapack inquini meno della plastica (https://www.focus.it/…/03112011-1302-378-dilemmi-a…).
Inoltre, l’acqua in bottiglia o cartone deve essere trasportata, spesso su lunghe distanze, utilizzando energia e producendo ulteriore inquinamento..
…insomma, una scelta davvero poco sostenibile che speriamo in futuro voglia essere rivista, per poter organizzare vere iniziative di educazione ambientale.