Quantcast
Il caso

A Tursi le mozioni per intitolare una via ai sindaci Pertusio e Cerofolini, peccato che ci avesse già pensato qualcun altro

Un'occasione per ricordare in aula rossa la caratura dei due amministratori genovesi, ma nel caso di Pertusio la strada esiste già e anche per Cerofolini l'iter toponomastico è già avviato

Generico giugno 2021

Genova. Chissà, magari dall’aldilà Fulvio Cerofolini e Vittorio Pertusio, sindaci di Genova tra gli anni Cinquanta e Settanta, si staranno facendo una risata insieme osservando da lontano l’ultima seduta del consiglio comunale, quella in cui sono state approvate due mozioni per intitolare loro una strada o una via della città. Ma la prima mozione, presentata dal centrosinistra, e la seconda, dal centrodestra, in realtà avrebbero potuto non essere neppure pensate. Superflue. Nel caso di Cerofolini perché gli uffici si sono già messi in moto da tempo per intitolargli una parte della passeggiata a mare di Pegli. Nel caso di Pertusio perché una via a lui dedicata, a Genova, esiste già. Dal 2006.

L’occasione è stata comunque importante per sottolineare l’importante ruolo che i due amministratori ebbero per il capoluogo ligure e la caratura politica e umana riconosciuta unanimemente da tutti i partiti in aula. Alla fine entrambe le mozioni sono state approvate da maggioranza e opposizione salvo che da Fratelli d’Italia che nel caso di Cerofolini ha deciso di non partecipare alla votazione e nel caso di Pertusio di astenersi.

La mozione per intitolare una via o una piazza a Fulvio Cerofolini, partigiano, tranviere, socialista, sindacalista era stata lanciata da Gianni Crivello, capogruppo della Lista Crivello, rifacendosi a un appello dell’Anpi al quale già aveva dato informalmente il suo assenso il sindaco di Genova Marco Bucci. Il primo cittadino, in realtà – lo ha spiegato l’assessore alla Toponomastica Massimo Nicolò – aveva già plaudito a una richiesta simile della sezione pegliese del Psi ed è per questo che gli uffici si sono attivati da tempo per portare avanti l’iter. Ad ogni modo per Cerofolini, che fu sindaco dal 1975 al 1985, sono state spese parole di stima dagli esponenti di tutti i gruppi.

Lo stesso è valso per Vittorio Pertusio, sindaco dal 1951 al 1960 e dal 1961 al 1965. Esponente della Democrazia Cristiana, ma con una giunta di centrosinistra, fu protagonista degli anni della ricostruzione dopo la guerra mondiale attraverso i numerosi lavori pubblici da lui intrapresi: dal completamento dei padiglioni espositivi della Fiera del Mare, all’aeroporto Cristoforo Colombo, dal completamento della Pedemontana (oggi corso Europa) all’inaugurazione della Sopraelevata. La mozione è stata presentata dalla Lega e condivisa da altri partiti.

E’ stato però Alessandro Terrile, capogruppo del Pd, a far notare che una via dedicata a Pertusio, a Genova, esiste già. Si tratta di Belvedere Pertusio, la cui targa è visibile sulla passeggiata di legno dell’antica darsena. “Noi stiamo discutendo di istituire qualcosa che esiste già, qualcosa che i cittadini sanno bene, andando anche contro i regolamenti della toponomastica che invitano a non creare doppioni”. Ad ogni modo, anche il Pd ha votato a favore.

Nei giorni scorsi anche l’attuale sindaco di Genova Marco Bucci era caduto in un errore piuttosto simile, auspicando l’intitolazione di una via a Bartolomeo Pagano, il camallo-attore protagonista negli anni Venti della saga di Maciste. Anche in quel caso, però, la via esisteva già e si trova a Nervi.

Bucci ha replicato: “Ci sono personalità importanti per la città di Genova che vanno valorizzate anche nella scelta dei luoghi che gli dedichiamo. Ecco perché ritengo utile riproporre intitolazioni di vie, strade o piazze per personaggi del calibro di Bartolomeo Pagano detto “Maciste” e dell’ex sindaco Vittorio Pertusio che figurano già nella toponomastica cittadina e per i quali vorrei una maggiore dignità di memoria. Figure che, nei diversi ruoli, hanno disegnato una parte della storia della nostra Genova e meritano più visibilità perché il loro esempio sia ricordato e tramandato anche alle future generazioni. Stessa attenzione che si dovrà avere nella scelta del luogo da intitolare all’ex sindaco Fulvio Cerofolini”.

leggi anche
Generico giugno 2021
Toponomastica
Bucci vuole dedicare una via all’attore-camallo Maciste, ma la via esiste già