Quantcast
Maxi cantiere

Waterfront Levante, pubblicato il bando di gara per il canale: appalto da 15 milioni

Nei giorni scorsi stop & go per i lavori di demolizione a causa delle polveri ma la situazione è sotto controllo

Generico maggio 2021

Genova. Nuovo passo avanti nei lavori di realizzazione del Waterfront Levante. Come annunciato nei giorni scorsi il Comune di Genova ha pubblicato il bando di gara per la progettazione esecutiva e per l’esecuzione dei lavori di bonifica e sistemazione delle aree nell’ambito della realizzazione complessiva del Waterfront Levante.

Di fatto il progetto è quello del principale fra i canali navigabili nella zona della fiera, largo 35 metri e lungo 200, che sarà scavato dove fino a ieri si stagliava il padiglione C. Si tratta di un appalto da 15 milioni di euro, finanziato dal Comune per 7 milioni con risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) relative al periodo di programmazione 2014-2020 assicurate al Comune di Genova per la realizzazione del Patto per la Città di Genova e altri 11 milioni con Fondi Mutuo 2021. Il bando è aperto fino al 20 maggio. Il giorno successivo sarà comunicato il vincitore.

Lavorazioni in parallelo: Modello Genova. L’esecuzione dei lavori è suddivisa in due stralci ma non essendo singolarmente funzionali l’appalto non è stato suddiviso in lotti. L’obbiettivo della civica amministrazione è la realizzazione nel più breve tempo possibile dell’intero compendio del Waterfront di Levante, e ha dunque interesse a che vengano effettuate simultaneamente le operazioni di scavo, al fine di ottimizzare i tempi di realizzazione degli interventi, la gestione dei cantieri e delle interferenze, minimizzandone l’impatto sul contesto circostante rappresentato dalle attività fieristiche e alla compresenza di ulteriori cantieri.

I lavori dovranno durare 190 giorni compresa la progettazione esecutiva e non sono ammesse varianti rispetto alla programmazione urbanistica che, peraltro, è legata anche a una sorta di “decalogo” approvato con delibera dalla giunta comunale e stilato da Renzo Piano, l’archistar che ha firmato il disegno del Waterfront.

L’obiettivo è concludere i lavori di scavo e creazione dei canali entro la primavera del 2022. Il canale principale avrà una lunghezza di 200 metri per 35 di larghezza, mentre il canaletto tra Palasport e Padiglione B (l’attuale edificio ad uso fieristico dal caratteristico colore blu, progettato dall’architetto Jean Nouvel) partirà con una larghezza minima di 10 metri che si estenderà fino a 40 metri.

Come richiesto da Piano le banchine saranno animate dalla presenza di attività commerciali di piccole dimensioni, ristoranti, attività nautiche e così via, in parte di realizzazione pubblica e in parte privata. Su entrambi i lati dei canali sono previste ampie banchine pedonali ad uso pubblico, che avranno una larghezza compresa tra i 6 e i 18 metri lungo il canale principale e pari a 3 metri lungo il canaletto. Nel frattempo si realizzerà l’accesso all’area fieristica con una nuova viabilità e sarà costruito un ascensore panoramico tra il nuovo quartiere e corso Aurelio Saffi.

Dopo lo scavo dei canali, si passerà alla realizzazione del parco urbano e dei ponti – con quello sul canaletto che sarà mobile per permettere l’ingresso delle imbarcazioni – e poi saranno allestiti gli spazi per circoli nautici, associazioni, esercizi commerciali legati agli sport nautici e alla ristorazione. Nel progetto anche residenze, oltre a quelle di un campus dedicato agli studenti anche due palazzine a forma di nave con circa 200 abitazioni di lusso e ad alta efficienza energetica (e vista mare).

Nei giorni scorsi, intanto, i lavori di demolizione sul padiglione C hanno subito qualche temporanea battuta d’arresto. Le centraline di controllo del cantiere hanno segnato lo sforamento puntuale dei livelli di Pm10, le classiche polveri, nonostante il continuo uso di cannoni ad acqua e il lavaggio dei mezzi di cantiere in entrata e uscita. Dopo alcune verifiche i lavori sono ripartiti. Esclusa, comunque, la dispersione di amianto, sostanza che è stata trovata dalle aziende all’interno dell’ex facoltà di ingegneria.

Più informazioni
leggi anche
  • Velocissimi
    Waterfront Levante, il padiglione C raso al suolo in 5 giorni: a giugno lo scavo del grande canale
    cantiere waterfront levante padiglione c
  • Un altro passo
    Waterfront di Levante, le nuove linee guida di Renzo Piano per un quartiere sostenibile
    Generica
  • Avanti
    Waterfront Levante, tutto pronto anche per la demolizione del padiglione M
    Generico maggio 2021
  • Sicurezza
    Waterfront Levante, una società specializzata monitorerà le polveri del maxi cantiere
    cantiere waterfront levante padiglione c