Quantcast
Protesta

Viadotto Valle Ragone, sindacati: “Ci riserviamo di indire iniziative nei confronti di Aspi”

"I lavoratori del settore autotrasporto, i driver incaricati alla consegna dei pacchi in primis, ma anche i cittadini tutti, subiscono questi disagi quotidianamente"

viadotto ragone

Genova. Riceviamo e pubblichiamo dalle segreterie Filt Cgil Fit Cisl Uil trasporti. “Di fronte all’ennesimo gravissimo disagio relativo alla chiusura del tratto autostradale Sestri Levante Lavagna ai mezzi pesanti, che si aggiunge ai numerosi cantieri presenti sulla A26- A12 –A10 , le scriventi Segreterie si sentono in dovere di porre l’accento sulla ormai insostenibile situazione lavorativa di coloro che sono costretti a percorrere strade e autostrade della nostra Regione”.

“I lavoratori del settore autotrasporto, i driver incaricati alla consegna dei pacchi in primis, ma anche i cittadini tutti, subiscono questi disagi quotidianamente. Le scriventi segreterie esprimono viva preoccupazione per il rischio che i lavoratori dell’autotrasporto corrono ogni giorno”.

“Passare un gran numero di ore, bloccati nel traffico, porta ad infrangere il rapporto tra ore di guida e ore di riposo, mettendo a rischio l’incolumità dei lavoratori e di tutti gli utenti della rete viaria”.

“Inoltre quest’assurda situazione prolunga l’impossibilità per gli autisti di consumare un pasto caldo, prima a causa della pandemia, ora a causa dell’aumento dei tempi di percorrenza. Le scriventi segreterie si riservano di indire iniziative nei confronti di Aspi”.

Più informazioni