Quantcast
Opzione

Vaccini, la Regione apre in anticipo alla fascia dei quarantenni: prenotazioni dal 21 maggio

Inoltre se dal Cts arriverà l'ok per l'uso di Astrazeneca anche per gli over 50 potrebbero essere organizzati degli "open day" per spingere al massimo il farmaco anglo-svedese

Generica

Genova. Dal 17 maggio prenotazioni aperte per la fascia 50-54 anni, dal 21 maggio a quella tra i 45 e i 49 anni e dal 28 maggio tra i 40 e i 44 anni: eccolo il calendario aggiornato delle vaccinazioni contro il Covid della Regione Liguria sulla base delle indicazioni arrivate dal commissario straordinario nazionale per l’emergenza Covid.

A fare il punto questa sera il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti durante la conferenza stampa in sala della trasparenza: “Abbiamo affrontato con il generale Figliuolo il tema dell’apertura delle prenotazioni dei quarantenni – ha detto Toti – è chiaro che auspichiamo che le dosi consegnate aumentino per accelerare ulteriormente, ma questo il commissario straordinario non lo può garantire anche se è previsto che dall’ultima settimana di maggio le consegne aumentino in modo significativo”

“La richiesta del generale Figliuolo circa la vaccinazione delle persone dai 40 ai 49 anni – ha aggiunto il governatore – significa programmare anche quella fascia dopo il 17 maggio, cosa che ovviamente avverrà mantenendo il parametro a scalare dell’età e sulla base dei vaccini che ci saranno mandati”

In ogni caso il calendario aggiornato della Regione prevede, di fatto, che dal 21 maggio la fascia più alta degli over quaranta possa prenotarsi, con un anticipo di un paio di settimane rispetto al calendario precedente. Possibile, quindi, che le somministrazioni di quarantenni e cinquantenni si sovrappongano da un punto di vista temporale.

Ma c’è un’altra possibile novità: “Se come sembra il comitato tecnico scientifico darà il via libera all’utilizzo dei vaccini Astrazeneca anche per gli over 50 e non solo per gli over 60 potremmo valutare di organizzare degli open day di Astrazeneca per evitare quel fenomeno significativo soprattutto in alcune regioni, da noi meno, ma comunque c’è, ovvero code più lunghe dove si somministra Pfizer e invece la categoria dei 60-69, che può utilizzare il farmaco anglo-svedese invece con qualche ritardo”, ha detto Toti.

“Lo dico senza aver programmato nulla, prima aspettiamo le ultime analisi del Cts su modalità e precauzioni legate ad Astrazeneca”. Se arrivassero ci potrebbe essere quindi un’anticipazione sui tempi in calendario per chi ha tra 50 e 54 anni, fascia che altrimenti potrebbe iniziare a prenotare la prima dose dal 18 maggio.

Più informazioni
leggi anche
  • Percorsi
    Vaccino anti Covid per chi non è registrato nel sistema sanitario regionale, ecco come fare
    vaccino
  • Flop
    Vaccino Covid, disastro AstraZeneca: in Asl 3 prenotato solo il 50% dei posti disponibili
    hub fiera genova vaccino covid
  • Liberi tutti
    Vaccino: la Liguria pensa a “open day” AstraZeneca per accelerare sugli under 60
    Generica