Uno stabile abbandonato e fatiscente nel Ghetto avrà nuova vita: la rigenerazione urbana parte dal basso - Genova 24
La storia

Uno stabile abbandonato e fatiscente nel Ghetto avrà nuova vita: la rigenerazione urbana parte dal basso

Merito di un membro del comitato di via del Campo che vuole "restituire dignità soprattutto a chi qui ci vive"

Generico maggio 2021

Genova. Ha acquistato un appartamento in uno stabile abbandonato e degradato nel Ghetto per tentare il rilancio dal basso di una zona del centro storico che sarà anche al centro degli interventi del Comune di Genova compresi del piano integrato per il centro storico ma che al momento è una delle zone più degradate dei carruggi.

Protagonista è uno dei membri del comitato di via del Campo che dovendo cambiare casa ha fatto una scelta coraggiosa. A raccontarla il portavoce del comitato Christian Spadarotto: “Il palazzo è abbandonato da anni – spiega – senza luce e gas ed è spesso ricovero per persone senza fissa dimora o tossicodipendenti, spesso affittato da abusivi a persone disperate. Quasi tutti gli appartamenti appartengono a proprietari non genovesi e l’amministratore diciamo che in questi anni ha avuto problemi e non ha minimamente affrontato la situazione di quello stabile che fra l’altro è adiacente a un altro edificio completamente ristrutturato a vicino alla bellissima piazza Don Gallo”.

Probabilmente chi aveva comprato quegli appartamenti confidando nella riqualificazione poi li ha lasciati deserti temendo nel mancato ritorno di eventuali investimenti ma ora le cose sono destinate a cambiare: “Il nuovo proprietario ha anzitutto sostituito l’amministratore di condominio, poi ha contattato gli altri proprietari per cercare di sfruttare gli ecobonus del Governo per le ristrutturazioni e ora il futuro di quell’edificio sembra destinato a cambiare”.

Il comitato nel frattempo sta lavorando con il Comune di Genova e in particolare con i tecnici di Urban Center con l’obiettivo “di riportare il più possibile gli abitanti in strada, a occupare le piazze e le vie con attività varie. Solo su piazza Don Gallo al momento convergono ben 7 progetti presentati da diverse associazioni”. Le proposte rientrano nel progetto di amministrazione condivisa lanciato in uno specifico bando pubblicato a inizio anno dal Comune di Genova e rivolto ad associazioni, comitati e cittadini attivi.

Piano “Caruggi”, prorogato al 25 marzo l’avviso per le associazioni del centro storico

“Noi stiamo lavorando e con alcune attività concrete, ricordo tra le altre la pulizia della colonna infame. Noi qui non parliamo ma facciamo, per come possiamo e restiamo ottimisti sul futuro di questa zona. Ridare vita a un palazzo, come rianimare una piazza significa per noi soprattutto restituire una dignità dovuta soprattutto a chi qui ci vive”.