Quantcast
Semifinale di andata

Tre tempi di battaglia, nel quarto la Pro Recco dilaga: 14 a 6 a Savona

I biancocelesti ipotecano l'accesso alla finale

Carige Rari Nantes Savona Vs Pro Recco

Savona. Era dal 2014 che Rari Nantes Savona e Pro Recco non si trovavano di fronte per una semifinale playoff. Da quel giorno, è noto, i biancocelesti non sono mai mancati a questo appuntamento; i biancorossi, invece, facendo un passo indietro, si erano sempre fermati a livello di quarti di finale o, comunque, di una posizione finale tra il quinto e il settimo posto.

Sette anni fa la Pro Recco vinse la gara di andata per 9-3 a Sori e quella di ritorno per 14 a 8 alla Zanelli. I valori attesi per questa breve serie di semifinale del campionato 2020/2021 sono gli stessi dell’epoca: i campioni d’Italia ambiscono al titolo tricolore; la Rari punta a non sfigurare in questo doppio confronto per poi dare tutto nella finale per il terzo posto, che porterà all’accesso in Champions League.

L’altra semifinale, tra Telimar Palermo e AN Brescia, avrà inizio alle ore 17.

La cronaca. Assente Molina Rios, rientrato in Spagna e che tornerà per il match di ritorno, la Rari schiera una formazione ancor più giovane del solito. Bruni parte dalla panchina perché non è in buone condizioni.

Prima azione per la Pro Recco; il tiro di Figlioli termina a lato. Sull’altro fronte Rizzo guadagna un fallo grave; seconda espulsione tra gli ospiti nella stessa azione e Iocchi Gratta sfrutta l’uomo in più. 1 a 0 a 1’20”.

Patchaliev va nel pozzetto; gran difesa savonese, Velotto centra la traversa e Da Rold fa suo il pallone.

Uomo in più per il Savona e Fondelli da posizione cinque piega le mani a Bijac e insacca: 2 a 0 a 2’36”.

Aicardi guadagna una superiorità numerica e il mancino di Mandic, dopo una serie di finte, non perdona: 2 a 1 a 3’06”.

La Rari deve fronteggiare un’altra inferiorità, ma la Pro Recco vede scadere i secondi a disposizione senza concludere.

Younger al centro attrae a sé Campopiano e Da Rold e mette la palla in rete: 2 a 2 a 4’40”.

Aicardi va nel pozzetto ma l’occasione sfuma; controfuga con palla a Di Fulvio che tutto solo deve solo insaccare il gol del 2-3. Pro Recco per la prima volta avanti nel punteggio, dopo 5’23”.

Viene espulso Campopiano; conclude Echenique e Iocchi Gratta respinge il suo tiro. Termina la prima frazione di gioco, che ha visto le due squadre fronteggiarsi a buon ritmo.

Prima azione: Aicardi scarica su Younger che si era liberato bene, il suo tiro colpisce il palo alla destra di Massaro, entrato ad inizio secondo tempo.

Staffilata di Fondelli da posizione tre: incrocio dei pali. Cambio di fronte ed è bravo Rizzo ad intervenire su Presciutti.

La Rari si fa trovare scoperta in controfuga ed Echenique con una rapida conclusione a tu per tu col portiere realizza il 2-4 a 1’45”.

Bruni al centro guadagna un fallo grave di Figari; Vuskovic viene servito sull’esterno e mette in rete: 3 a 4 a 2’19”.

Figlioli, dopo un grande intervento difensivo, si mette in luce con un tiro vincente a fil di sirena. Gli arbitri convalidano, Angelini protesta e viene ammonito. 3 a 5 dopo 4’16”.

Alzo e tiro di Fondelli: traversa. Uomo in più per la Pro Recco: Mandic viene fermato dalla parata di Massaro.

Velotto con un bel movimento crea a Luongo lo spazio per la conclusione vincente: 3 a 6 a 5’48”.

Superiorità per la Rari, Angelini chiama time-out. Giro palla; Vuskovic colpisce l’incrocio, Rizzo recupera il pallone e serve Bruni che segna. 4 a 6 a 6’34”.

Splendido assist di Rizzo per Bruni, Presciutti e Bijac lo chiudono.

Uomo in più per la Pro Recco: Mandic finta, serve Echenique che con precisione infila la palla in rete sul palo lungo. 4 a 7 a 12″ dalla fine del tempo.

La Rari non molla: a 5″ dalla sirena di metà gara va a segno. Lancio di Fondelli per Bruni che con un tocco al volo spiazza il portiere. 5 a 7.

Il terzo tempo si apre con una parata di Massaro su Echenique. Seconda espulsione di Figlioli; palla a Fondelli, scarico e lo splendido tiro di Rizzo è vincente. 6 a 7 dopo 48″.

Ci pensa il capitano Ivovic a recuperare un pallone e ad andare a realizzare il gol del nuovo più 2. Pro Recco avanti 6-8 dopo 1’25”.

Mandic ha l’occasione per il più 3 ma spara sulla traversa. Poco più tardi Aicardi al centro guadagna un’espulsione; fuori nella stessa azione Rizzo e Fondelli. Bruni riesce a intercettare il passaggio.

Velotto va nel pozzetto; il tiro di Fondelli è parato. Controfuga di Aicardi, prova il pallonetto ma Massaro capisce e blocca.

Espulso Patchaliev, al terzo fallo grave; Echenique riceve dal portiere e va a bersaglio. 6 a 9 a 7’13”.

Quarta frazione di gioco. Dopo 1’07” Echenique firma il poker personale: 6-10 a 1’07”.

Conclusione allo scadere dei trenta secondi da posizione tre di Luongo, è vincente: 6-11 a 2’01”.

La Rari accusa il colpo, paga le tante energie spese, e spreca una superiorità numerica. Bella parata di Da Rold su una conclusione centrale di Figari.

A 4’13” Hernandez chiama time-out. Nella circostanza protesta e viene espulso.

Palombella di Velotto dopo un’azione manovrata, palla in rete per il 6 a 12 a 4’42”.

Da Rold si mette in luce chiudendo lo specchio a Velotto, servito a tu per tu col portiere savonese.

Ancora una ripartenza ed Ivovic da distanza ravvicinata non ha problemi a metterla dentro: 6-13 a 6’41”.

Una bella giocata di Younger porta il parziale recchelino al 7 a 0: risultato di 6-14 a 7’15”.

Finisce col successo della Pro Recco per 14 a 6 su una Rari Nantes Savona che ha retto bene per tre tempi. Nel quarto i biancorossi hanno pagano lo sforzo profuso e gli ospiti hanno preso il largo.

Sabato 15 maggio alle ore 16,30 a Recco si giocherà la gara di ritorno.

Il tabellino:
Carige Rari Nantes Savona – Pro Recco 6-14
(Parziali: 2-3, 3-4, 1-2, 0-5)
Carige Rari Nantes Savona: Massaro, An. Patchaliev, Giovanetti, Vuskovic 1, Urbinati, Rizzo 1, Caldieri, Bruni 2, Campopiano, Fondelli 1, Iocchi Gratta 1, Bertino, Da Rold. All. Alberto Angelini.
Pro Recco: Bijac, F. Di Fulvio 1, Mandic 1, Figlioli 1, Younger 2, Velotto 1, N. Presciutti, Echenique 4, A. Ivovic 2, Figari, Aicardi, S. Luongo 2, Negri. All. Gabriel Hernández.
Arbitri: Daniele Bianco (Rapallo) e Alessia Ferrari (Genova). Delegato Fin: Gianfranco Tedeschi (Genova).
Note. Usciti per tre falli: Patchaliev nel terzo tempo, Figlioli e Rizzo nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Savona 5 su 12, Pro Recco 5 su 11.