Quantcast
Aperto

Terzo settore, il 27 maggio web conference: “Laboratorio Liguria, un altro Welfare è possibile”

Dai patti di sussidiarietà agli strumenti collaborativi: verso l'amministrazione condivisa di un welfare generativo territoriale per il benessere delle comunità

Generico maggio 2021

Genova. Il Forum del Terzo Settore è parte sociale riconosciuta e si è ufficialmente costituito il 19 giugno 1997 con l’obiettivo di rinforzare la rete di organizzazioni partecipanti per valorizzare le attività e le esperienze che le cittadine e i cittadini, autonomamente organizzati, attuano sul territorio per migliorare la qualità della vita delle comunità, attraverso percorsi, anche innovativi, basati su solidarietà, equità, giustizia sociale, sussidiarietà e sviluppo sostenibile.

Attualmente rappresenta 89 organizzazioni nazionali per un totale di 141.000 sedi territoriali ed è espressione di persone e formazioni sociali che promuovono lo sviluppo di azioni sociali, culturali economiche e politiche.

Il Forum territoriale Ligure è stato costituito nel 2001 grazie alla volontà di Don Antonio Balletto. Dopo dieci anni di intenso lavoro di interlocuzione con gli organi di governo regionali, l’elaborazione di linee guida quali strumenti legislativi, promozione del lavoro e dell’economia sociale, politiche sociosanitarie integrate, formazione, cultura, ambiente, territorio e sviluppo di un welfare di comunità territoriale, grazie alla Legge Regionale 42/2012 viene individuato come “organismo associativo unitario regionale di rappresentanza degli enti di terzo settore” e come parte sociale riconosciuta a livello istituzionale.

Nel 2014 sono stati riconosciuti dalla Regione Liguria anche i 5 Forum Territoriali di Imperia, Savona, Genova, Tigullio, La Spezia.

Questa legge, fortemente voluta dal Forum del Terzo Settore Ligure, ha saputo valorizzare al meglio i “Patti di Sussidiarietà”, che rendono coerente l’apporto degli Enti di Terzo Settore alla programmazione pubblica delle politiche sociali territoriali e nella loro concretizzazione.

Questo principio di sussidiarietà ha come conseguenza la valorizzazione di centinaia di enti presenti sul territorio ligure che, insieme alle istituzioni, mettono in campo interventi a sostegno del welfare pubblico e nell’interesse generale delle comunità.

Proprio come dimostrato con i fatti nella nostra Regione in svariati momenti critici, quali il Crollo del Ponte Morandi e la recente e ancora attuale emergenza SARS-COV2 dello scorso anno. Situazioni in cui il mondo del Terzo Settore ha dimostrato di saper resistere, fare fronte comune sostenendo e supportando i più fragili, i malati, le persone senza lavoro mettendosi a disposizione del territorio nel suo significato più ampio.

Grazie al dialogo e alla stretta collaborazione con la pubblica amministrazione ha saputo rispondere tempestivamente ai nuovi bisogni generatisi in tempi di pandemia. In un momento storico così delicato è più che mai indispensabile pensare e attuare nuovi modelli di sostenibilità collettiva fondati sulla partecipazione, il pluralismo, la sussidiarietà.

Il lavoro da fare è ancora tanto ma la coprogettazione e la coprogrammazione tra Regione Liguria e il Forum del Terzo Settore, hanno evidenziato alcuni bisogni prioritari nella nostra Regione tra cui i servizi alla persona e la Famiglia, l’accoglienza, le attività sportive e la partecipazione alla vita della comunità.

Il Forum Ligure del Terzo Settore organizza un seminario in web conference per approfondire l’agibilità degli strumenti collaborativi, tra Pubblica Amministrazione e soggetti di Terzo Settore, per la valorizzazione di un modello condiviso, pubblico/privato, di welfare generativo sui territori locali e regionale.

Questo evento nasce dall’intenso lavoro fatto sul campo in Liguria negli ultimi dieci anni, in sinergia con le istituzioni pubbliche, attraverso in particolare i Patti di Sussidiarietà, per facilitare la mappatura dei bisogni di cittadini e cittadine e dare risposte concrete, partecipate e soprattutto collaborative tra sistema pubblico e terzo settore su tutto il territorio regionale.

La web conference del prossimo Giovedì 27 Maggio 2021, in modalità online per limitare la diffusione del contagio Covid-19, è rivolta ai soggetti di terzo settore, enti locali, amministratori e funzionari pubblici, interessati a sviluppare e sostenere l’efficacia crescente di un modello di welfare generativo territoriale, che sta evidenziandosi sempre di più in tutta la sua forza espansiva e aggregatrice di risorse.

Attraverso gli interventi di esperti e tecnici davvero straordinari – protagonisti primari sul territorio nazionale e locale – verrà fornita un’ampia panoramica di strumenti, attuabilità e stato dell’arte di quelli che sono gli strumenti e le azioni di welfare generativo e condiviso da sviluppare nei prossimi anni.

Al centro il rinforzo di un’ottica virtuosa di dialogo, partecipazione, collaborazione pubblico/privato, coinvolgimento nella funzione pubblica e nei processi programmatori, con conseguente sviluppo di nuovi patti di sussidiarietà.

Tra i partecipanti e i relatori l’Assessore Regionale Ilaria Cavo, la Portavoce Nazionale del Forum del Terzo Settore Claudia Fiaschi, Luca Gori della Università di Pisa, Luciano Gallo, delegato per il Forum Nazionale e per Anci Nazionale nella Commissione Linee Guida del Ministero, Felice Scalvini Presidente di Assifero e già assessore del Comune di Brescia e Gianfranco Marocchi direttore della rivista Impresa Sociale.

Per iscriversi al consegno basta collegarsi al link: http://bit.ly/Giornata-Terzo-Settore

Più informazioni