Quantcast
Ancora

Tamponamento a catena in una galleria dell’A10: è il quinto incidente in quattro giorni

E' avvenuto nei pressi di un cantiere a Varazze, disagi per il traffico

Genova. Ancora un incidente sulle autostrade genovesi: questa mattina almeno quattro autovetture sono rimaste coinvolte in un tamponamento a catena all’interno di una galleria della A10, tra Varazze e Celle in direzione Ventimiglia.

È successo intorno alle 10 di questa mattina: per fortuna i conta un solo ferito lieve trasportato all’ospedale San Paolo di Savona in codice giallo. Lo scontro è accaduto nei pressi di uno scambio di carreggiata, attuato a causa di un cantiere. Nella zona si sono formate lunghe code in dissolvimento.

Per l’A10 si tratta del quinto incidente in quattro giorni. Un incubo che dura da martedì, quando tra Savona e Albisola (direzione Genova), nella galleria Torre Faraggiana, si sono scontrati tre tir. Un incidente che ha paralizzato il traffico per tutta la giornata, non solo creando diversi chilometri di coda sull’A10, ma anche sull’A6 Torino-Savona. A subirne le conseguenze, ovviamente, anche la via Aurelia e la viabilità ordinaria della zona.

Il giorno successivo, mercoledì 12 maggio, il secondo schianto. Questa volta in direzione Francia, con un tamponamento a catena tra un’auto e due tir nei pressi di un cantiere tra Pietra Ligure e Borghetto. Il sinistro, avvenuto intorno alle 9:15, ho creato disagi al traffico autostradale oltre le ore 14, riversando numerosi automobilisti e mezzi pesanti sull’Aurelia. Veicoli che procedevano a passo d’uomo e tempi di attesa biblici per raggiungere Pietra Ligure da Savona o Finale Ligure.

Si arriva così a ieri, giovedì 13 maggio, in cui si contano ben due incidenti. Il primo a Celle Ligure, in direzione Genova, che ha visto coinvolte due auto. Il secondo in serata tra Pietra Ligure e Borghetto dove a scontrarsi sono stati nuovamente due tir.

Quattro giorni di caos, dunque, sulle strade e autostrade liguri, se si aggiunge anche la chiusura ai tir del viadotto in A12. Una situazione che sta diventando insostenibile per molti utenti e che ha causato anche le reazioni forti della politica e delle associazioni. Con chi chiede il pedaggio gratuito per i liguri e i turisti, in modo da evitare l’ennesimo colpo di grazia al turismo della regione, e chi cerca di trovare delle soluzioni per mettere fine a questo calvario.

Il governatore Toti ha, infatti, scritto una lettera al ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini chiedendo azioni concrete e sottolineando, con ironia, come “la Liguria stia correndo per essere sul podio delle manutenzioni autostradali più lunghe di tutti i tempi”.

Una situazione che sta diventando insostenibile anche per i porti liguri, come evidenziato da Giampaolo Botta, direttore di Spediporto Genova: diverse aziende, infatti, stanno valutando di rivolgersi altrove. Una viabilità, quella ligure, che continua a dimostrare la sua fragilità e che potrebbe allontanare turisti, lavoro e aumentare i danni economici per una regione che è già in forte sofferenza a causa della pandemia.