Quantcast
Settima giornata

Sestrese, operazione sorpasso riuscita: il 2-1 al Baiardo vale il quarto posto

Le reti di Akkari e Matzedda, nelle fasi centrali del primo tempo, portano i verdestellati sul doppio vantaggio. Oliviero accorcia, poi, nel secondo tempo, i locali difendono bene il prezioso successo

Genova. “Dobbiamo andare e non fermarci mai finché non arriviamo, per andare dove? Non lo so, ma dobbiamo andare” .

Sestrese e Baiardo si affrontano al ‘Piccardo’ di Borzoli, con lo stesso spirito di Jack Kerouac (On the road, considerato un cult intramontabile, un mito per intere generazioni e assurto quasi a testo sacro, una vera e propria “Bibbia” di quello che è stato il movimento della Beat Generation) in una gara decisiva per il passaggio ai quarti di finale del torneo di Eccellenza.

I ‘draghetti’ di mister Claudio Paglia si presentano al fischio d’inizio con due punti di vantaggio sui verdestellati di Corrado Schiazza, che, gioco forza, hanno solo un risultato a disposizione per poter sperare di salire, al volo, sul treno dei desideri…

Agli ordini del direttore di gara, Mattia Romeo della sezione di Genova, coadiuvato da Francesco Baruzzo (La Spezia) e Luigi Arado (Genova) le due squadre si presentano così:

Sestrese: Rovetta, Tecchiati, Delgado Gamarra, Padovan, Ansaldo, Bazzurro, Matzedda, Caramello, Akkari, Sighieri, Mura.

A disposizione: Bellando, Lanza, Dorno, Trocino, Bortolini, Stefanzl, Zamana, Vagge, Libbi.

Angelo Baiardo: Biggi, Ungaro, Ferrario, Briozzo, Giambarresi, Napello, Gattiglia, Oliviero, Romei, Asimi, Fraguglia.

A disposizione: Traverso, Martines, Pascucci, Colamorea, Merlani, Battaglia, Merialdo, Leonardi, Biancato.

Si osserva un minuto di raccoglimento.

Schiazza schiera un 4-3-1-2 con Rovetta tra i pali; in difesa da destra Tecchiati, Ansaldo, Padovan e Delgado; a centrocampo Bazzurro sulla destra, Sigheri centrale e Caramello a sinistra; Matzedda dietro le punte Akkari e Mura.

Paglia presenta un 4-3-3 con Biggi in porta; Ungaro, Napello, Giambarresi e Ferrario sulla linea difensiva; sulla mediana Oliviero, Briozzo e Gattiglia; in attacco Fraguglia, Romei e Asimi.

Verdestellati in campo con quattro “under” tra gli undici; i draghetti ne hanno tre. In panchina per il Baiardo c’è Battaglia, lungodegente.

Tanti gli addetti ai lavori presenti in tribuna; c’è anche Ivaldi, presidente della Lnd Liguria. Prime fasi di studio, le due squadre si controllano.

All’8° esce Briozzo, che è caduto male ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco. Al suo posto entra Merialdo, ex verdestellato.

Al 10° lancio lungo per Gattiglia, pescato in fuorigioco.

Tra i locali Sighieri è il catalizzatore del gioco: si abbassa e va a prendere palla davanti alla difesa per fare da play. Dall’altra parte è Merialdo il centrale di centrocampo che ha il compito di illuminare il gioco.

Giornata calda, le due squadre sembrano risentirne.

All’11° tiro da fuori area di Caramello, abbondantemente alto.

Corner per il Baiardo al 13°. Se ne incarica Asimi, lo schema non riesce.

Al 15° articolata azione della Sestrese: Delgado serve in profondità Sighieri che va via in slalom agli avversari e serve Mura, costretto a decentrarsi, palla dietro a Delgado che rimette in mezzo per Akkari, tentativo di rovesciata, palla tra le braccia del portiere.

La Sestrese riparte in contropiede; bella triangolazione, Bazzurro però viene chiuso.

Il Baiardo si affida spesso a lunghi lanci alla ricerca di Romei; un poco più manovrata, invece, l’azione dei verdestellati.

Al 20° lancio di Oliviero a cercare il capocannoniere del campionato, esce Rovetta e fa suo il pallone.

Al 21° Sestrese in vantaggio: passaggio da Sighieri a Matzedda, imbucata in profondità per Akkari che batte il portiere in uscita. 1 a 0. Vantaggio tutto sommato meritato da parte dei verdestellati che in questo momento in classifica sarebbero davanti ai rivali odierni.

Al 24° il trequartista classe 2002 Matzedda, dai trenta metri, vede Biggi un poco fuori dai pali e lo fredda con un preciso pallonetto. 2 a 0. Sestrese ordinata e quadrata, capace di mettere in mostra buone trame di gioco; le qualità dei suoi giocatori offensivi stanno facendo la differenza.

Lancio lungo per Akkari, in fuorigioco. Gli ospiti, da parte loro, non riescono ad esprimere un fraseggio in grado di impensierire i sestresi. Giocano spesso sulla destra, dove Ungaro gode di un po’ più di libertà, ma non trovano mai il passaggio giusto per gli avanti.

Al 27° ripartenza verdestellata, palla a Caramello: conclusione deviata, Biggi blocca.

Al 30° Matzedda calcia a botta sicura: la palla colpisce un avversario e termina in angolo. Sugli sviluppi la palla è preda di Biggi.

Al 34° il primo tiro in porta del Baiardo: bella conclusione su punizione di Napello, Rovetta devia in angolo. Palla in mezzo, deviazione, la Sestrese rischia l’autogol: ancora corner. Romei entra in area, cerca di calciare con l’esterno: Rovetta blocca.

C’è stata una reazione dei draghetti, ma la difesa della Sestrese conferma quanto di buono fatto vedere col Ligorna e si mostra difficile da scardinare. Si distingue in particolare Padovan che giganteggia nella sua area, sempre pronto coi colpi di testa. Al contrario, i neroverdi hanno già incassato 12 reti in cinque gare.

Al 40° cartellino giallo a Ungaro per un fallo su Akkari.

Al 43° si riapre la partita: Oliviero, con un gran tiro dai venticinque metri, batte imparabilmente Rovetta che si tuffa ma non riesce ad intercettare la sfera. 2 a 1.

Si va al riposo con la Sestrese in vantaggio 2 a 1.

Secondo tempo. Si riparte con il Baiardo all’attacco, determinato a trovare il pareggio.

Al 1° un colpo di testa di Asimi non trova la porta. Schiazza incita i suoi a non abbassarsi, memore di quanto accaduto nella partita con la Fezzanese della prima giornata.

Al 2° tiro da posizione defilata di Mura, sul fondo.

Al 3° Matzedda cerca di servire Akkari; Napello intercetta, ripartenza, palla a Ungaro che però sbaglia il passaggio.

Nel primo tempo Sighieri godeva di troppa libertà; vedremo se mister Paglia ha messo in atto dei correttivi per fermarlo.

Al 5° cross di Matzedda, Napello rinvia.

Sostituzioni: esce Fraguglia ed entra Leonardi; Gattiglia lascia il posto al rientrante Battaglia. Tra i locali Bortolini al posto di Mura.

Al 7° lancio per Matzedda che, defilato, cerca di mettere palla in mezzo per Bazzurro che di testa impatta male. Poco dopo buona occasione sui piedi di Mura che cincischia e viene chiuso in angolo. Lo calcia Sighieri, palla a rientrare, Ferrario mette in fallo laterale.

Napello cerca Romei, la difesa sestrese respinge; ripartenza, servito Akkari che conclude ma non impensierisce Biggi.

Al 13° punizione dai venticinque metri per i draghetti. Napello tocca a Oliviero, tiro da dimenticare.

Primo tentativo di Battaglia, non crea problemi al portiere, ma l’attaccante sembra entrato bene in partita.

Al 16° angolo per il Baiardo, respinto di testa, Merialdo rimette in mezzo, fuorigioco.

Fase di stanca della partita, le due squadre hanno giocato a buon ritmo ed ora sembrano accusare il primo caldo. Tanti falli, gioco spezzettato. C’è buona volontà da ambo le parti, ma imprecisione e confusione rendono il gioco tutt’altro che spettacolare.

Al 19° entra Biancato per Asimi. Al 20° Akkari viene fermato in fuorigioco.

Cambio al 22°: Vagge per Bazzurro. Al 24° Matzedda, tra i migliori in campo, lascia il posto a Trocino.

Al 25° Bortolini punta Napello che chiude in angolo. Sighieri calcia lungo, tiro al volo di Tecchiati: altissimo.

Al 27° Akkari si accentra, palla a Vagge, da questi a Sighieri, tiro fuori misura.

Al 28° Napello mette dentro un buon pallone, Padovan anticipa Battaglia ed è corner.

Al 29° palla pericolosa messa in area da Napello, ma nessuno dei suoi compagni riesce a colpire.

Al 30° Schiazza toglie Bortolini ed inserisce Stefanzl e sistema Trocino sulla fascia destra dove Napello aveva troppo spazio, passando ad un 4-4-1-1. Il neo entrato agisce sulla sinistra.

I neroverdi intensificano i loro attacchi. Al 31° cross in mezzo, Romei in acrobazia non riesce a colpire. Al 34° ancora un traversone respinto dalla difesa sestrese.

Al 35° calcio d’angolo per il Baiardo; palla fuori per Ferrario che conclude: Rovetta devia in angolo.

Al 36° gli ospiti reclamano un tocco di mano in area, l’arbitro lascia correre. Ammoniti Biancato e Battaglia.

Al 38° esce Sighieri ed entra Libbi tra i locali; tra gli ospiti Merlani per Ferrario.

Contropiede della Sestrese al 43°; Biggi è costretto ad uscire di testa per mettere in fallo laterale. I verdestellati respirano dopo i tentativi insistenti degli avversari. Batte e ribatti, non si vedono tre passaggi esatti di fila.

Al 45° cartellino giallo per Merlani che trattiene un avversario in ripartenza.

Triplice fischio: la Sestrese batte il Baiardo 2 a 1 e lo scavalca in classifica portandosi in quarta posizione a quota 7 punti, contro i 6 dei neroverdi.

Più informazioni
leggi anche
  • Il direttore sportivo
    Sestrese, Andrea Catania: “Per noi è un orgoglio arrivare all’ultima giornata e giocarci tutto”
     Andrea Catania
  • Post partita
    Baiardo sconfitto di misura, Claudio Paglia: “Abbiamo pagato le fatiche della settimana”
    Claudio Paglia
  • Sesta giornata
    Eccellenza: il Rivasamba batte la Fezzanese e chiude secondo, primo successo per il Rapallo Rivarolese
    bertucelli
  • Parola al ds
    Baiardo, Fabrizio Barsacchi: “Lenti e macchinosi nel primo tempo, nel secondo ci abbiamo messo la voglia”
    Fabrizio Barsacchi