Quantcast
Il direttore sportivo

Sestrese, Andrea Catania: “Per noi è un orgoglio arrivare all’ultima giornata e giocarci tutto”

"Siamo partiti forte, abbiamo davvero giocato 35/40 minuti di bel calcio"

Genova. Seconda vittoria in questo mini campionato per la Sestrese, che tra le mura amiche ha avuto la meglio per 2 a 1 sull’Angelo Baiardo.

Un successo che si è concretizzato nella prima frazione di gioco, nella quale la Sestrese ha espresso il miglior calcio possibile. Il direttore sportivo Andrea Catania commenta: “Siamo partiti forte, siamo riusciti con merito ad andare sul 2 a 0 e abbiamo davvero giocato 35/40 minuti di bel calcio. Potevamo anche fare il 3 a 0, poi onestamente dopo il loro 2 a 1, nel secondo tempo se pareggiavano non c’era nulla da dire. Una partita bella, con le tantissime incognite di questa fase di campionato, con tanti giocatori che posso fare la differenza acciaccati, col primo caldo forte”.

“Però – prosegue – dobbiamo essere orgogliosi dei nostri ragazzi perché nonostante le condizioni fisiche non ottimali di qualcuno hanno dato tutto contro uno squadrone. Per noi è già un bell’orgoglio, in questo gironcino, che secondo noi è molto molto competitivo, come l’altro girone, arrivare all’ultima giornata e giocarci tutto a Rapallo. È un orgoglio per una neopromossa; oggi abbiamo giocato con quattro giovani, poi cinque”.

Manca un punto per la matematica certezza di accedere ai playoff. “Per noi già arrivare all’ultima giornata e giocarci qualcosa contro questi squadroni è già una bella soddisfazione – ribadisce Catania -. Speriamo di recuperare qualcuno”.

leggi anche
  • Settima giornata
    Sestrese, operazione sorpasso riuscita: il 2-1 al Baiardo vale il quarto posto
    B
  • Post partita
    Baiardo sconfitto di misura, Claudio Paglia: “Abbiamo pagato le fatiche della settimana”
    Claudio Paglia
  • Sesta giornata
    Eccellenza: il Rivasamba batte la Fezzanese e chiude secondo, primo successo per il Rapallo Rivarolese
    bertucelli
  • Parola al ds
    Baiardo, Fabrizio Barsacchi: “Lenti e macchinosi nel primo tempo, nel secondo ci abbiamo messo la voglia”
    Fabrizio Barsacchi