Quantcast
Pallavolo

Serie B2, playoff: la Normac AVB esce di scena contro la Reale Mutua Chieri 76 fotogallery

Genovesi sconfitte 3 a 0 in Piemonte e al tie-break sul campo di casa

Reale Mutua Chieri 76

Genova. Sabato 15 e domenica 16 maggio si sono svolti gli incontri per il primo turno dei playoff di Serie B2 tra la Normac AVB e la Reale Mutua Chieri 76.

Sabato 15 al Palafenera di Chieri la squadra piemontese si è imposta per 3 set a 0 (25/22, 25/22, 25/16).

Nelle prime due frazioni il match è equilibrato con le due formazioni che si alternano in vantaggio, ma Chieri si dimostra più concreta e vince entrambi i set. Nel terzo le padrone di casa partono fortissimo e si avvantaggiano subito aggiudicandosi set e incontro. Alcuni errori al servizio e in fase di ricezione sono stati pagati cari dalla squadra guidata da Gerry Grotto.

Domenica 16 al Palamaragliano di Genova Prato incontro di ritorno con la Norma AVB in cerca di riscatto. Coach Grotto si affida allo stesso sestetto dell’andata con Marta Bertolotto e Susanna Peonia in diagonale; Roxana Pricop e Carlotta Rissetto martelli, Anna Scotto Busato e Mariella Laragione centrali e Silvia Bulla libero. Nella formazione che scende in campo manca solo la capitana Giulia Kotlar Primo set molto convincente per Normac che parte bene e si porta sul 1 a 0, ma nelle due frazioni successive è costretta a inseguire le avversarie che vincono entrambi i set e conquistano matematicamente il passaggio al turno successivo.

Il coach Grotto fa scendere in campo tutte le giocatrici a disposizione tra cui le giovani Gaia Stagnaro, Carlotta Torri e Giulia Acleo, tutte del 2004. La Normac si aggiudica il quarto set, ma il tie-break finale è ancora a favore di Chieri che chiude anche la partita di ritorno con una vittoria, anche se più sofferta di quella dell’andata. I parziali: 25/19, 16/25, 21/25, 25/20, 9/15.

La stagione della Normac AVB, che fino alla regular season era stata ottima, si è un po’ appannata in questo ultimo periodo – afferma Gerardo Grotto -. Per quest’anno è finita ma la squadra tornerà più forte che mai nella prossima stagione”.

Certamente, al di là del valore delle avversarie, due fattori hanno influito negativamente sulla prestazione della squadra del presidente Carlo Mangiapane. Il mese di sosta tra la fine della fase a gironi e i playoff che ha fatto perdere sicuramente un po’ di sano agonismo e lo stop obbligato per quattro atlete risultate positive al Covid che per due settimane abbondanti non si sono potute allenare con la conseguenza che anche la squadra nel suo complesso ne ha risentito pesantemente.