Quantcast
Pallanuoto

Serie A2, Bogliasco chiude al comando: ora i playoff

Biancazzurri vittoriosi sull'Arenzano per 17 a 11

A2M

Bogliasco. Soffre, lotta, vince, primeggia. Nell’ultimo turno di regular season il Bogliasco supera in casa per 17-11 l’Arenzano conquistando, da imbattuto, il primo posto nel girone di Serie A2.

Con la qualificazione ai playoff già in tasca da un pezzo, ai biancazzurri di Daniele Magalotti serviva un ultimo sforzo per garantirsi la prima piazza del raggruppamento e con essa la possibilità di disputare due gare su tre in casa negli spareggi promozione che li opporranno a partire dal 5 giugno alla Waterpolo Brescia. Ma contro i ponentini, a dispetto di quel che dice una classifica che gli vede relegati all’ultimo posto, non è stata affatto una passeggiata. L’ottava vittoria stagionale è arrivata infatti al termine di una gara più equilibrata di quanto ci si potesse immaginare. Merito soprattutto dei biancoverdi, leali nell’onorare l’impegno fino in fondo e abili a sfruttare ogni occasione utile per punire un avversario forse un po’ distratto dall’avere l’obiettivo ormai a portare di mano.

Che le intenzioni dell’Arenzano non fossero quelle di fare da semplice sparring-partner ai biancazzurri lo si è del resto capito ben presto. A fugare i dubbi sono bastati 45 secondi, quelli occorsi ai ragazzi di Patchaliev per approfittare di tre dormite della difesa di casa, ribaltare il momentaneo 1-0 siglato da Edo Manzi e portarsi sul doppio vantaggio. La bella e provvidenziale respinta sul rigore di Bruzzone da parte di Alberto Di Donna, al debutto stagionale dopo un lungo infortunio, fungeva però da sveglia per i bogliaschini capaci di capovolgere il punteggio già prima della prima sirena con le belle reti di Andrea Bonomo, Federico Dainese e Ale Canepa.

Rimesse le cose a posto, Bogliasco sembrava poter archiviare la pratica nel secondo quarto, chiuso avanti 9-6 dopo i centri siglati da Duilio Puccio, Manzi (due volte), Ale Bottaro e ancora Bonomo. Ma a quel punto un pomeriggio che si preannunciava scontato, si tramutava viceversa in un thriller ad alta tensione. Dopo il cambio vasca, infatti, la gara prendeva tutta un’altra piega. Dopo il botta e risposta tra Masio e Canepa, l’Arenzano metteva clamorosamente la freccia, portandosi addirittura in vantaggio dopo essere stata sotto anche di quattro negli 8 minuti precedenti. Ci pensavano i senatori biancazzurri a quel punto a suonare la carica. A cominciare da Duilio Puccio, fenomenale e glaciale nel realizzare il gol dell’11 pari ad un secondo dalla terza sirena.

Riattaccata la spina dopo un lungo black out, Bogliasco non la staccava più, giocando l’ultima frazione a pienissimi giri. A sancire una vittoria da primato ci pensavano le doppiette di capitan Gimmy Guidaldi e del suo vice Jack Boero, oltre agli ennesimi spunti di giornata di Canepa e Manzi. Ultimi sussulti per blindare la vittoria prima di brindare ad essa.

“Arrivare primi in questo girone non era facile né per nulla scontato – ammette soddisfatto a fine gara Daniele Magalotti -. Anzi, devo ammettere che in pochi ci accreditavano come possibili vincitori del raggruppamento prima dell’inizio del torneo. Ma ci siamo riusciti con merito e bravura. Arrivare al primo posto è un premio per i ragazzi e per il duro lavoro che hanno sempre svolto. In questi mesi ognuno di loro ha dimostrato voglia di faticare, di migliorarsi e di aiutarsi uno con l’altro. Forse questo è l’aspetto che mi dà più soddisfazione. Sulla partita in sé c’è poco da dire. L’abbiamo approcciata nel modo peggiore e giocata forse anche peggio. Alla fine, come si dice in questi casi, apprezzo solo il risultato. E la prova di Alberto Di Donna che tornava a giocare dopo una brutta frattura alla mano. Malgrado la difesa non lo abbia protetto a dovere lui ha disputato comunque una grande partita. Sono contento per lui. Ora inizia per noi un altro campionato. Ci attendono i play-off è un Brescia da affrontare a petto in fuori, proprio in virtù di quanto di buono fatto finora. Concentriamoci su di loro ma anche su noi stessi. Ho dei ragazzi ambiziosi e dunque sarebbe stupido non puntare in alto”.

Il tabellino:

BOGLIASCO 1951-R.N. ARENZANO 17-11

BOGLIASCO 1951: E. Prian, E. Percoco, F. Dainese 1, F. Mauceri, Giosuè Congiu, G. Guidaldi 2, A. Bottaro 1, E. Manzi 4, G. Boero 2, A. Bonomo 2, D. Puccio 2, A. Canepa 3, A. Di Donna. All. Magalotti

R.N. ARENZANO: R. Valle, D. Masio 2, S. Robello, S. Lottero 1, M. Bruzzone 1, D. Corelli 1, G. Ghillino 4, P. Piccardo, G. Olmo, W. Delvecchio 1, L. Rasore, M. Damonte 1, M. Musiello. All. Patchaliev

Arbitri: D’Antoni e Torneo di Siracusa.

Note. Parziali 4-3 5-3 2-5 6-0. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Bogliasco 5/7 e Arenzano 3/6 + tre rigori. Nel primo tempo Di Donna (B) para un rigore a Bruzzone (A).

leggi anche
Lavagna 90
Pallanuoto
Serie A2: Lavagna 90, Bogliasco e Camogli si prendono i tre punti