Quantcast
Blucerchiati in vetta

Sampdoria, la Primavera maramaldeggia con l’Ascoli (6-1)

Prelec (doppietta), Angileri, Ercolano, Di Stefano e Trimboli riportano i blucerchiati in vetta alla classifica

Sampdoria Vs Milan

Genova. Approfittando della sconfitta dell’Inter contro il Torino (1-3) e del pareggio della Roma con la sorprendente Spal, i ragazzi di Felice Tufano tornano in vetta alla classifica e lo fanno con una goleada, dal sapore tennistico (6-1), rifilata al fanalino di coda, Ascoli.

Partita senza storia, sbloccata da un colpo di testa di Angileri (non nuovo a tali prodezze) su corner pennellato da Trimboli.

Raddoppia Prelec e triplica Ercolano, prima che l’arbitro Delrio metta fine alle ostilità del primo tempo.

Pronti via, nella seconda frazione di gioco ed ecco arrivare, a tambur battente un altro goal di Prelec, ben servito da Giordano.

Tra il quinto goal del Doria (il ‘corvo’ Di Stefano, emulo del rapace Francesconi, goleador della seconda metà anni ’60) ed il sesto (di capitan Trimboli, quasi allo scadere), la rete della bandiera bianconera, la segna – dal dischetto – il difensore ascolano Alagna.

Queste le formazioni:

Sampdoria (3-5-2): Saio; Aquino, Angileri, Obert; Ercolano (dall’80° Paoletti), Brentan, Trimboli, Siatounis (dal 70°Francofonte), Giordano (dall’80°  Canovi); Di Stefano (dal 70° Marrale), Prelec (dall’88° Montevago).

A disposizione: Zovko, Napoli, Malagrida, Miceli, Somma, Pedicillo, Gaggero.

 Ascoli (4-3-1-2): Bolletta; Lisi (dal 74° Gurini), Pulsoni (dal 74° Luongo), Alagna, Marucci; Colistra (dal 55° Franzolini), Ceccarelli (dal 55° Suliani), Markovic; Olivieri; Intinacelli(dal 74° Cudjoe), D’Agostino.

A disposizione: Raffaelli, Rosolino, Re, Riccardi.