Quantcast
Attesa

Rsa, in arrivo la riapertura alla visite dei parenti: porte aperte per vaccinati e negativi ai tamponi

In questi giorni dovrebbe essere definita la data e inserito nel decreto 'Aperture"

Genova. Dopo i primi annunci in ordine sparso delle regioni italiane, anche il governo si sta muovendo per fornire le direttive generali per la riapertura alle visite delle Rsa del paese. “Stiamo lavorando a un emendamento che verrà inserito nel decreto Aperture, che consentirà la ripresa delle visite dei parenti ai propri cari”: a dirlo il sottosegretario di Stato alla Salute Andrea Costa, su Rai Radio1 durante il programma ‘In Vivavoce’.

Un provvedimento che punta a creare condizioni identiche, omogenee, uniformi per tutto il territorio nazionale, visto che al momento la materia è stata ‘portata avanti’ dalle singole regioni. Per quanto riguarda la Liguria è di venerdì scorso l’annuncio del presidente Giovanni Toti delle nuove linee guida messe a punto da Alisa per le visite dei parenti: i requisiti per l’accesso alla struttura sono aver completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni oppure presentare un tampone negativo fatto nelle ultime 48 ore.

Al momento però non ci sono ancora date ufficiali: secondo Costa “il mese di maggio sarà decisivo. Perché il decreto verrà convertito nelle prossime settimane. Siamo prossimi a dare questa risposta. E’ un’ esigenza a cui la politica deve dare risposta. C’è un aspetto morale, un aspetto sociale, un aspetto legato agli affetti, alle emozioni. I nostri anziani hanno bisogno di vedere i propri cari e viceversa”.

leggi anche
  • Incoraggiante
    Nelle Rsa liguri quasi il 90% di operatori e ospiti è vaccinato: netto calo della mortalità, ad aprile solo due decessi
  • La raccomandazione
    Covid e visite nelle Rsa, Alisa: “Opportuno garantire almeno una visita a settimana per ospite”
  • Campagna
    Liguria pronta a usare AstraZeneca sugli under 60, Toti: “Il vaccino non si può scegliere”