Quantcast
Scambio

La replica di Favis e Cesap al Centro Anidra: “Risponderemo nelle sedi opportune”

"Sollecitiamo le istituzioni e gli ordini professionali in relazione alla pericolosa diffusione delle pseudoscienze"

Centro Anidra a

Genova. Prosegue il botta e risposta attraverso comunicati stampa tra il Centro Anidra e le associazioni Favis e Cesap, dopo il recente appello di quest’ultime di fare luce sulla vicenda che portò alla morte di Roberta Repetto.

“Come si evince dal nostro comunicato, non abbiamo accusato alcuno di costituire una setta, bensì chiesto chiarimenti concernenti una drammatica vicenda sulla base di quanto a oggi emerso, per nostra conoscenza, in sede di attività investigativa e da fatti di pubblico dominio oltre a sollecitare le istituzioni e gli ordini professionali in relazione alla pericolosa diffusione delle pseudoscienze”.

“Favis e Cesap, sono associazioni giuridicamente riconosciute, operanti da oltre un ventennio nel settore, in sede nazionale ed europea e in fattiva collaborazione con le istituzioni e con la specialità di polizia denominata SAS Squadra antisette del Ministero dell’Interno. Siamo, tra l’altro, autori di un importante Manifesto contro le pseudoscienze firmato da eminenti scienziati e studiosi italiani. La gravità delle accuse rivolteci ci vedono costretti a rispondere al Centro Anidra nelle sedi opportune”