Quantcast
Verso la ripresa

La ripartenza del calcio giovanile

Lo speciale del Ct Vaniglia

Uno degli argomenti più trattati nel corso delle ultime riunioni del Consiglio Direttivo della Lnd e cui è stata quindi data molta attenzione è senza dubbio quello legato al tema della ripartenza dell’attività dilettantistica, oltre quella già riconosciuta di preminente interesse nazionale, e soprattutto quella legata ai giovani.

Ricordando come il calcio di base abbia già dato prova di estrema responsabilità nel rispettare a dovere tutte le disposizioni sanitarie e garantire pertanto la sicurezza dei propri tesserati, si è certamente rivendicato più volte ed all’unanimità il riconoscimento di un grande impegno da parte delle istituzioni, chiedendo al tempo stesso di poter tornare in campo prima possibile, così come già avviene per altre realtà dello sport dilettantistico e amatoriale.

“Auspico che la richiesta del Consiglio Direttivo e i sacrifici delle Società possano ottenere un riconoscimento prima della conclusione di questa stagione sportiva – aveva affermato il Presidente LND Cosimo Sibilia – E che possa quindi riprendere, in totale sicurezza, anche l’attività giovanile”.

Nell’ultimo incontro ai vertici Lnd tenutosi il 29 aprile  in tema di settore giovanile si era preannunciato che lunedì 3 maggio la Figc avrebbe pubblicato il protocollo da applicarsi per una effettiva ed auspicata ripresa delle attività, oltre che con gli allenamenti collettivi che sono attualmente autorizzati, anche per gare amichevoli ed eventuali tornei.

Si è parlato inoltre dell’istituzione di una Commissione apposita al fine di valutare il blocco o la rimodulazione delle “annate” dei prossimi campionati che riferisca in merito in occasione del Consiglio programmato per metà maggio.Dalla teoria alla pratica e dalle promesse ai fatti.

Si riparte (si parla dell’8 maggio) ufficialmente con l’attività di base del calcio: per Pulcini e Esordienti tornei spalmati su due stagioni. La Figc ha reso note le modalità per le manifestazioni Grassroots, Fair Play ed Esordienti Elite: iscrizioni fino al 17 maggio, si termina il 30 ottobre. Ci sono anche le prime indicazioni del protocollo.

Al momento pare improbabile il blocco delle categorie calcistiche per il prossimo anno, si lavora infatti alla prosecuzione dell’attività fino al 31 luglio. Pare inevitabile che per l’inizio di queste manifestazioni bisognerà attendere la fine del mese.

La federazione ha dunque concesso il via libera per alcune delle storiche attività che partendo dal livello provinciale terminano il percorso con le fasi nazionali. Si tratta come detto del Grassroots Challenge per i Pulcini a sette giocatori, degli Esordienti Fair Play (Under 13 a 9 giocatori) e degli Under 13 Fair Play Elite, manifestazione riservata alle giovanili di società professionistiche, dei club con Scuola calcio elite e, per quest’anno, aperta anche ai club che partecipano all’attività delle Aree di Sviluppo Territoriali.

La circolare di indizione evidenzia una grande novità: i tornei prevedono una prima fase che terminerà il 30 giugno e altre due in calendario rispettivamente dal 12 settembre al 3 ottobre e dal 10 al 31 ottobre. Di fatto dunque il torneo si svolgerà in due stagioni sportive, “sforando” il termine del 30 giugno da sempre ritenuto elemento imprescindibile nei calendari del calcio giovanile e dilettantistico. Questo porterà a una situazione anomala: se, come sembra, la Figc per quanto riguarda i campionati non derogherà alle date attuali, con la ripresa della nuova stagione a settembre 2021, si arriverà alla particolarità che alcune annate a partire da settembre giocheranno il campionato in una categoria e i tornei iniziati a maggio in un’altra.

Il comunicato della Figc ha anticipato anche alcune norme del protocollo che dovrebbe essere ufficializzato a breve. Si tratta di regole molto semplici da seguire, come l‘ingresso in campo delle squadre in momenti separati, il divieto di foto di squadra, nessuna stretta di mano, la sistemazione (dove possibile) delle panchine mantenendo un posto vuoto fra un sedile e l’altro e la separazione temporale anche per l’uscita di giocatori e staff dall’impianto.

Ricapitolando si tratta di tre competizioni che si svolgeranno nei periodi:
22 Maggio – 30 Maggio
12 Settembre – 03 Ottobre
10 Ottobre – 31 Ottobre

Le tre competizioni saranno:
Grassroots Challenge 2021
La competizione è dedicata alla categoria Pulcini, potranno partecipare:
Società professionistiche di A,B,C
Società riconosciute Scuola Calcio Élite. e Scuola Calcio
Società non riconosciute Scuola Calcio Élite e Scuola Calcio
La partecipazione sarà obbligatoria per le Scuole Calcio Élite. e per le Scuole Calcio.
Le annate di riferimento sono:
Società professionistiche calciatori nati nel 2011
Società dilettantistiche calciatori nati tra il 01/01/2010 e il 31/12/2011
Torneo Esordienti Fair Play 2021
Competizione dedicata alla categoria Esordienti, sarà di carattere Regionale e potranno partecipare tutte le formazioni
Torneo Esordienti Fair Play Élite 2021
Competizione dedicata alla categoria Esordienti sarà di carattere Nazionale ed è obbligatoria per tutte le Scuole Calcio Élite.
Le annate di  riferimento sono:
Società professioniste calciatori nati nel 2009 ((le Società Professionistiche che hanno ottenuto deroga per partecipare con i pari età, potranno partecipare con giovani calciatori nati nel 2008 o con squadre di età mista 2008-2009)
Società dilettantistiche calciatori nati dal 01/01/2008 al 31/12/2009 con possibilità di utilizzare 3 giocatori nati nel 2010.

Più informazioni