Il Comune chiama gli street artist, al via il bando per dipingere (di nuovo) la sopraelevata - Genova 24
Creatività

Il Comune chiama gli street artist, al via il bando per dipingere (di nuovo) la sopraelevata

Al via il progetto Repicta, si parte con i piloni nei pressi via delle Casaccie. Per l'artista che si aggiudicherà il lavoro 20mila euro di compenso

walk the line sopraelevata

Genova. Nuove opere di street art sui piloni della sopraelevata di Genova. Entra nel vivo il progetto Repicta, ideato dal Comune di Genova come prosecuzione di Walk The Line. Sul sito dell’amministrazione è stata pubblicata la manifestazione d’interesse rivolta agli artisti che saranno chiamati, appunto, a “elevare la strada Aldo Moro al rango di opera d’arte urbana”.

Il bando è aperto fino al 25 maggio e riguarda il primo lotto dei quattro in cui sarà suddiviso il progetto ovvero i piloni dal grande snodo di Genova ovest fino al terminal traghetti e la fine
svincolo e tratto in uscita verso Piccapietra (Via delle Casaccie). Gli altri tre lotti riguarderanno la tratta dal terminal traghetti alla Stazione marittima, quella dalla Stazione marittima all’Acquario e dall’Acquario all’ex Mercato del pesce, dove già sono presenti le opere d’arte dipinte negli anni passati

Gli street artist che potranno partecipare al bando dovranno essere di comprovata esperienza, noti sul piano internazionale e nazionale. Sarà una commissione di esperti a individuare, fra gli artisti che aderiranno, quello più rispondente alle linee guida del progetto e della manifestazione di interesse e lo inviterà a una progettazione condivisa, finalizzata alla realizzazione della tratta del primo lotto che interessa, appunto, ia delle Casaccie.

Il periodo di lavorazione della tratta che interessa Via delle Casaccie avrà inizio nel mese di luglio, secondo quanto comunicato dall’amministrazione (e potrà proseguire nei mesi ulteriori in caso di problematiche legate al tempo atmosferico e all’emergenza sanitaria da Covid 19). Gli artisti selezionati potranno discutere le tempistiche d’intervento in base alla loro disponibilità e alle esigenze dell’amministrazione

La partecipazione alla manifestazione di interesse è aperta ad artisti maggiorenni, di nazionalità italiana o estera, che abbiano già maturato esperienza nella realizzazione pittorica di superfici esterne particolarmente estese e che siano in possesso delle conoscenze tecniche e delle misure di sicurezza necessarie all’intervento in oggetto.

Il costo di realizzazione dell’intervento sulla tratta che interessa via delle Casaccie è di 73 mila euro che comprende materiali, accessori, servizi e il compenso degli artisti: questi ultimi sono stati parametrati sulla grande dimensione dell’opera e quindi sui numerosi metri quadri da dipingere.

Inoltre si è tenuta presente la particolare forma della struttura, che richiederà in alcuni tratti l’impegnativo lavoro notturno per non intralciare la circolazione sottostante e la difficile pitturazione verso l’alto della pancia stradale da parte degli artisti. Non esistendo un prezzo di mercato univoco, è stata calcolata una media adeguata di compenso tenendo conto della media dei compensi previsti per realizzazioni pregresse di murales nella nostra città e in altre città italiane, alla luce delle peculiarità esecutive dell’opera. Il calcolo ha portato alla determinazione di un compenso per ogni artista pari a 50,00 €/ circa a metro lineare.

Ad un artista singolo, selezionato dalla commissione, sarà affidata la decorazione di diverse della
tratta che interessa via delle Casaccie, con il compenso di 20 mila euro più Iva per 4000 metri lineari di lavoro.

leggi anche
Generico repicta sopraelevata2021
Progetto
Repicta, iniziati i lavori per trasformare la Sopraelevata in una grande opera d’arte