Quantcast
Posizione

Gronda di Genova, la viceministra Bellanova: “Si deve fare col tracciato già individuato”

Visita a Genova e incontro col mondo portuale

Generico maggio 2021

Genova “La Gronda autostradale di Genova si deve fare e si deve stare al tracciato individuato, perché a me è chiarissimo che se si modifica la Gronda non si fa. Siccome chi governa non si può far tremare la mano di fronte alle scelte, o si dice no o si dice sì. E siccome io da viceministro dico quello che ritengo di poter portare avanti come impegno di governo ho detto sì”.

Lo ha detto la viceministra alle Infrastrutture e Mobilità sostenibili, Teresa Bellanova, a Genova per un incontro con il mondo portuale insieme alla presidente della commissione Trasporti della Camera Raffaella Paita.

“C’è un confronto in corso, come ha dichiarato il ministro, lo rispettiamo, ma si deve chiudere rapidamente perché di tempo ne è già passato abbastanza, anzi io direi troppo“, ha aggiunto a margine parlando con i giornalisti. Per quanto riguarda la nuova diga del porto di Genova, la Bellanova ribadisce che il governo aggiungerà risorse ai 500 milioni stanziati nel Pnrr ,insufficienti a coprire i costi.

“Dobbiamo metterci in condizioni di completare l’opera e dobbiamo individuare le risorse, così come ho già detto – spiega Bellanova – ci sono risorse che devono essere ulteriormente reperite dal governo nazionale e dalle altre strutture perché è evidente che noi non possiamo mancare l’obiettivo”, ha aggiunto.

Per quanto riguarda il caos autostrade, “rispondo con il lavoro fatto in questi giorni, che è stato quello di chiedere a tutti di avere una programmazione. Capisco che è molto difficile, ma dobbiamo metterla in campo anche nell’apertura dei cantieri, perché non dobbiamo creare ulteriori criticità”.

“Il territorio sa che stiamo facendo uno sforzo grande e che ci deve essere la massima collaborazione fra governo nazionale e istituzioni locali perché in questo modo siamo in condizioni di dare risposte importanti a questo territorio”, ha aggiunto Bellanova. “La programmazione è importante per tutte le infrastrutture da realizzare anche in campo ferroviario. Che sia il Terzo Valico o la Pontremolese, dobbiamo lavorare con un cronoprogramma e mensilmente fare il punto della situazione”, ha concluso.

 

leggi anche
Generica
Fiducia
Gronda di Genova, la previsione di Autostrade: “Via libera definitivo entro settembre”
Generica
Pressing
Toti scrive al ministro Giovannini: “Approvare subito il progetto esecutivo della Gronda”
gronda giovannini
Risposta
Gronda, il ministro Giovannini blinda l’opera: “Se servirà nomineremo un commissario”