Quantcast
Due volte imbattuto

Genova Calcio, Dondero: “Siamo un grande gruppo, i giovani sono bravi e con voglia di fare”

"Sulle ali dell'entusiasmo della prestazione dell'andata ci siamo allenati alla grande e abbiamo approcciato bene la partita"

Genova. Centottanta minuti giocati più recupero, nessuna rete subita. Impeccabile, nel doppio confronto con la Fezzanese, la prestazione di Cesare Dondero, portiere della Genova Calcio, oggi vittoriosa per 1-0 all’Italo Ferrando sulla Fezzanese.

“Arrivavamo da un’altra settimana un po’ particolare, perché sulle ali dell’entusiasmo della prestazione a Fezzano ci siamo allenati alla grande – racconta Dondero -. Purtroppo abbiamo perso altri pezzi oltre a Riggio, Cappannelli e Maisano, la vecchia guardia. Però sapevamo che la partita era da approcciare come avevamo fatto domenica. L’abbiamo approcciata bene, siamo partiti bene, abbiamo voluto e cercato il gol. Poi, secondo me, abbiamo subito il giusto nel primo tempo e siamo stati bravi a reggere l’urto”.

L’estremo difensore biancocrociato, nella seconda metà della gara, è stato chiamato in causa più volte e si è sempre fatto trovare pronto. “È chiaro che nel secondo tempo, con l’infortunio di Lobascio è entrato Morando, si è fatto male di nuovo Morando, siamo rimasti praticamente senza attaccanti e abbiamo subito loro che hanno messo dentro Baudi e Monacizzo, comunque giocatori di altra categoria, e ci siamo difesi come potevamo, al massimo delle energie. Quello che ci contraddistingue quest’anno è questo: siamo un grande gruppo – sottolinea il portiere -. Abbiamo avuto un po’ di fortuna, come con la traversa, ma nel gioco del calcio ci vuole anche quello ed è andata bene. Ora ci divertiamo, festeggiamo e poi martedì pensiamo al Ligorna”.

Cesare svela alcuni motivi dei successi di questa squadra, dall’età media così bassa. “Io sono quattro anni che sono qua e posso dire che il gruppo è sempre stato una delle colonne portanti della Genova Calcio – spiega -. Quest’anno è chiaro che siamo pochi ‘vecchi’, quindi è anche abbastanza ‘facile’ gestire i giovani perché sono giovani tutti bravi, con voglia di fare. Il mister li mette sotto quindi è anche più semplice cercare di dargli una mano. Spero che possiamo tutti insieme toglierci altre soddisfazioni e soprattutto possono togliersele loro in futuro“.

Domenica la sfida alla corazzata Ligorna. “Andiamo a giocarcela nel miglior modo e come andrà, andrà” conclude il numero 1.

leggi anche
Beppe Maisano
Qualificazione ottenuta
Genova Calcio, Beppe Maisano: “Abbiamo già raggiunto tre traguardi ambiziosi”
Gg
Ritorno quarti
La Genova Calcio la spunta di misura sulla Fezzanese: 1 a 0
Marco Vacca
Semifinale raggiunta
Genova Calcio tra le prime quattro, Marco Vacca: “Questa squadra ha un’anima, merito del mister e del suo staff”
Gianluca Fasano
Parola al mister
Fezzanese, Gianluca Fasano: “Ci è mancato solamente fare un gol, ma onore a loro”