Quantcast
2019-2021

Genova Antifascista, manifestazione e corteo a due anni dagli scontri di piazza Corvetto

Azione di protesta dopo il rinvio a giudizio di 45 manifestanti: "L'antifascismo non si processa"

genova antifascista

Genova. Circa 150 militanti di Genova Antifascista hanno manifestato questo pomeriggio in piazza Corvetto, nel centro di Genova, a due anni dalla grande manifestazione chiamata dalle varie realtà antifasciste della città per contestare il comizio di CasaPound in occasione delle scorse elezioni politiche.

Un presidio e poi un corteo per le vie del centro città per ribadire che “l’antifascismo non si processa e per chiedere a gran voce l’amnistia per i reati sociali”. Dopo gli scontri con la polizia in quel 23 maggio 2019, sfociati in 56 denunce, il gup Angela Nutini ha rinviato a giudizio 45 manifestanti accusati a vario titolo di resistenza, porto di oggetti atti a offendere, travisamento e lancio di oggetti pericolosi. Il processo comincerà il 5 ottobre davanti al primo collegio della prima sezione penale. In tutto erano 50 gli indagati.

La protesta era stata organizzata contro il comizio di CasaPound che era stato autorizzato in piazza Marsala, protetto da un ‘fortino’ di grate e circa 200 poliziotti in tenuta antisommossa. Oltre 2mila persone avevano partecipato alla contromanifestazione organizzata fra gli altri da Anpi e Cgil sotto la Prefettura.

genova antifascista corvetto
leggi anche
Scontro a Corvetto e presidio questura comizio casapount antifascisti
Il processo
Scontri Corvetto, 45 manifestanti rinviati a giudizio: maxi processo al via il 5 ottobre
Presidio antifascista comizio Casapound
Appuntamento
Genova Antifa torna a manifestare in piazza Corvetto: “L’antifascismo non si processa”