Quantcast
Salvezza meritata

Genoa, al Dall’Ara è festa salvezza: 0-2 rossoblù con Zappacosta e Scamacca

Gli uomini di Ballardini vincono e convincono contro un già salvo Bologna, mai domo ma sconfitto dalla maggiore determinazione del Grifone

Genoa Vs Spezia

Bologna. Questa sera allo stadio Renato Dall’Ara è andato in scena uno dei match validi per la trentaseiesima giornata di Serie A. Riflettori puntati sulla lotta Champions per molti, ma tra Bologna e Genoa era in palio una salvezza più che meritata per entrambe le formazioni. Alla fine le due bagarre, come spesso accade, si sono intrecciate, permettendo aritmeticamente ad entrambe le formazioni di ottenere la permanenza nella massima serie.

Ennesima impresa riuscita quindi per Davide Ballardini, “usato sicuro” per un Grifone mai domo che, dopo il suo arrivo, ha iniziato ad impensierire davvero qualunque avversario. Sul finale però un po’ di stanchezza ha rischiato di tradire gli uomini dell’ex tecnico del Palermo, comunque riusciti con lo 0-2 di questa sera a raggiungere l’obiettivo stagionale. 

Pensare che, dopo il fischio d’inizio di Francesco Forneau, non era partita benissimo la serata dei rossoblù, spaventati all’11’ da un clamoroso palo colpito dal propositivo Tomiyasu, il quale ha spaventato Perin sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Quest’occasione però è stata la prima e al tempo stesso una delle uniche realmente pericolose agli indirizzi dell’estremo difensore del Genoa, nel secondo tempo quasi spettatore non pagante. Non solo il numero 1 ha potuto quasi riposare, ma il Grifone successivamente al legno del terzino giapponese ha anche ritrovato il calcio dei tempi migliori, con uno Zappacosta formato Europeo che, come contro il Sassuolo, da fuori area ha siglato una rete davvero splendida per lo 0-1 rossoblù. 

A questo punto è stata accennata una timida reazione da parte del Bologna, ma i padroni di casa non sono riusciti nemmeno ad avvicinarsi all’area di rigore ospite se non con i deboli tentativi di Orsolini, Palacio e Barrow. Un allarme per Ballardini ed i suoi è però suonato al 32’, quando Badelj per infortunio si è ritrovato costretto a lasciare il campo, Nonostante ciò non sfigurato il suo sostituto Rovella, sempre più protagonista e apparentemente pronto per tentare il salto di qualità in una big.

È terminato così 0-1 un primo tempo a tratti bloccato, divertente in occasione delle accelerazioni offensive di entrambe le squadre. La seconda frazione è poi ripresa senza nessuna accortezza da parte dei due tecnici, i quali hanno scelto di confermare gli stessi undici dei primi 45’.

La pre tattica di Ballardini si è così nuovamente dimostrata maggiormente efficace rispetto a quella di Mihajlovic, questa sera sconfitto anche nuovamente per colpa della sterilità in attacco dei suoi. Zero gol siglati e due subiti, con Scamacca che su rigore ha probabilmente voluto lanciare un segnale a Mancini: il ragazzo è pronto per Euro 2020, per cosa opterà il nostro commissario tecnico?

Nel frattempo lo ringraziano il Genoa ed il popolo rossoblù, salvi per l’ennesima stagione consecutiva ma questa volta con qualche giornata di anticipo. La stessa sorte, grazie all’Atalanta, è toccata al Bologna, formazione piuttosto “cuscinetto” di questo campionato 2020/2021.

La stagione non è ancora finita, ma da adesso per queste due formazioni si prospettano tante rotazioni e qualche esperimento: testa già al campionato che verrà, magari con il ritorno dei tifosi sugli spalti.

leggi anche
  • Soddisfazione
    Genoa, gioia Ballardini: “Abbiamo ottenuto un risultato straordinario”
    Genoa Vs Hellas Verona