Quantcast
Controlli

Funivia di Rapallo, il deputato Traversi (M5s) chiede all’Ustif i nulla osta sui collaudi

Intanto la consigliera comunale di Rapallo Isabella De Benedetti ha chiesto al sindaco Bagnasco tramite un'interpellanza urgente di ricevere informazioni sulla verifica del buon funzionamento

funivia rapallo montallegro

Genova. Il Movimento 5 Stelle intenzionato ad andare a fondo sulla questione della sicurezza degli impianti di risalita dopo il caso Stresa-Mottarone e la notizia che il direttore della funivia di Rapallo è uno dei tre fermati in attesa di arresto per la tragedia di sabato scorso.

Il deputato Roberto Traversi scrive: “In data odierna è stata chiusa la Funivia di Montallegro a Rapallo per verifiche, a quanto dicono gli operatori già previste da tempo. Considerato che la proprietà dell’Impianto è la stessa della Funivia del Mottarone coinvolta nel tragico incidente in cui hanno perso la vita 14 persone e che mi preoccupa la coincidenza con la chiusura e i controlli, ho scritto all’USTIF (Ente del Ministero competente per il rilascio dei nulla osta di sicurezza le prove e i collaudi) per chiedere informazioni sullo stato di salute dell’impianto.”

La consigliera comunale di Rapallo, Isabella De Benedetti, intanto ha chiesto al Consiglio Comunale ed in particolare il Sindaco tramite interpellanza urgente di ricevere informazioni sulla verifica del buon funzionamento dell’impianto e sulla sicurezza dello stesso.

La consigliera M5s dichiara “sono molto preoccupata perché da quanto si apprende dagli organi di stampa le cause del disastro di Stresa sono dovute anche a decisioni deliberate e consapevoli dei responsabili dell’impianto, che hanno ammesso che i freni d’emergenza dell’impianto erano stati disattivati per evitare i continui blocchi che avrebbero comportato disservizi della funivia, ovvero per permettere l’apertura al pubblico dell’impianto anche se evidenziava problemi che avrebbero dovuto essere risolti con interventi radicali. Ritengo quindi necessario ricevere rassicurazioni dagli enti competenti in modo da poterle dare ai cittadini e ai turisti che utilizzano la funivia.”