Quantcast
Richieste

Fascia di rispetto di Pra’, tutta l’estate senza accesso alla parte a mare: scatta la protesta del territorio

"Serve una passerella temporanea per poter permettere di usufruire degli spazi verdi dell'area"

Genova. I lavori per la messa in sicurezza del ponte pedonale che porta sulla sponda a mare della fascia di rispetto di Pra’ sono iniziati tra le polemiche: la buona notizia dell’atteso intervento è stata in qualche modo “rovinata” dalle tempistiche, considerate poco funzionali per i tantissimi frequentatori della zona.

I cantieri dureranno 90 giorni, e quindi occuperanno praticamente tutta l’estate, impedendo a centinaia di persone, tra runner e cittadini,  di poter usufruire dello spazio verde in riva al mare di fronte alla costa di Pra’. Da qui la polemica, raccolta da alcuni consiglieri del municipio di Ponente: “Come movimento 5 stelle abbiamo presentato una interrogazione a risposta scritta in merito ai lavori sul ponte di legno della fascia di rispetto di Pra – spiega il consigliere del Movimento 5 Stelle Fabio Gabutti – la risposta dell’assessore Piciocchi è tanto chiara quanto assurda: non è prevista nessuna passerella pedonale che durante i 90 giorni di lavoro permetta alle persone di poter attraversare il canale”.

Per Filippo Bruzzone, capogruppo di A Sinistra “è evidente che siamo di fronte ad una amministrazione che non conosce il territorio. Se così fosse saprebbe che quel passaggio è fondamentale per il Ponente. Specie in un periodo di pandemia gli spazi aperti sono fondamentali per poter tornare piano piano alla normalità”.

“È l’ennesimo schiaffo al nostro Municipio – denuncia Ugo Truffelli capogruppo del PD – dopo anni di richieste di velocizzare i lavori sul ponte di legno anziché rinviarli l’Assessore Piciocchi non solo non avvisa dell’inizio dei lavori ma lo fa senza confrontarsi con le esigenze del territorio. Anche con il lavoro del consigliere Ferrando abbiamo sempre sollevato criticità e proposte sulla fascia di rispetto: risposte poche”.

In conclusione quello che viene richiesto è di trovare una modalità temporanea per permettere l’accesso a tutte le zone della fascia, garantendo quindi più spazi verdi per una delegazione troppo spesso abbandonata tra cemento, porto e container: “Se così non fosse siamo pronti a portare la questione in Consiglio dì Municipio”.

leggi anche
Ponte di legno di Pra'
Incredibile ma vero
Pra’, addio al ponte della discordia: al via i lavori di sostituzione dell’impalcato