Quantcast
Fino in fondo

Ex Mira Lanza, niente risposte dalla giunta comunale: la consigliera Pd si rivolge al prefetto

Cristina Lodi da oltre due settimane chiede chiarimenti sul futuro dell'area

Genova. Era il 15 aprile quando la consigliera comunale del Pd Cristina Lodi aveva presentato un’interrogazione urgente alla giunta sul tema della riqualificazione della ex Mira Lanza, un’area di circa 40 mila metri quadri abbandonata dalla fine degli anni Ottanta.

Dall’amministrazione, però, non è giunta alcuna risposta. In quell’occasione la questione non è stata affrontata per esaurimento dei tempi a disposizione degli articoli 54 e da allora dalla giunta tutto tace. A questo punto l’esponente dell’opposizione ha deciso di scrivere al prefetto di Genova per denunciare la mancanza.

“Sono passati ormai molti giorni dalla presentazione dell’interrogazione – interviene Cristina Lodi – più di quanti previsti dal regolamento per ricevere risposta scritta dall’assessore competente. Per questo motivo ho segnalato al prefetto questo ritardo, che testimonia il mancato rispetto da parte dell’amministrazione comunale di Genova delle elementari regole nei rapporti tra maggioranza e minoranza disciplinate dalla legge”.

Nelle scorse settimane attraverso i media si è saputo che l’area della ex Mira Lanza è stata acquistata da una società bergamasca per una cifra intorno ai 9 milioni di euro, quindi il Pd ha chiesto all’amministrazione dettagli sul progetto, sul cronoprogramma di realizzazione, sui permessi necessari per realizzarlo, sulle modalità di coinvolgimento e di partecipazione dell’amministrazione municipale, delle realtà socio-economiche della Valpolcevera, delle associazioni di categoria e delle organizzazioni sindacali. Non sono mai arrivate, però, risposte istituzionali.

“Il perdurare di questo silenzio da parte del Comune su una questione di cui gli stessi assessori hanno parlato sui mezzi di informazione – prosegue la consigliera Lodi – mi preoccupa perché temo che la consistenza di questa operazione sia vana, come purtroppo spesso è accaduto negli interventi annunciati da questa amministrazione per la Valpolcevera”.

“Da una parte si illudono i cittadini rispetto al superamento di situazioni di sofferenza, dall’altro si creano ulteriori preoccupazioni negli abitanti e nell’amministrazione municipale sulle azioni che potrebbero essere messe in atto. Chiedo al Prefetto che questo territorio venga trattato con rispetto e che i consiglieri possano ricevere risposte adeguate in aula, senza dover attendere di averne notizia soltanto dalla stampa”, conclude.

leggi anche
  • Ci siamo
    L’ex Mira Lanza a una società bergamasca per 9 milioni: “Non ci saranno supermercati”
  • Interrogazione
    Ex Mira Lanza, il Pd all’attacco a Tursi: “Progetto portato avanti senza trasparenza”