Quantcast
Ultima giornata

Eccellenza: l’Angelo Baiardo batte 3-1 il Ligorna, ma non basta per accedere ai playoff

I neroverdi, con un'ottima prestazione, si prendono la soddisfazione di piegare la capolista del girone

Genova. Baiardo (sei punti) e Ligorna (tredici punti) si affrontano nell’ultima giornata della prima fase del torneo di Eccellenza, girone B.

I draghetti di mister Claudio Paglia, per passare il turno, devono vincere ed allo steso tempo sperare nella sconfitta o nel pareggio della Sestrese, impegnata sul terreno del Rapallo Rivarolese.

Il Ligorna di mister Luca Monteforte, primo in classifica, vuole continuare nell’ottimo cammino che lo ho portato a vincere quattro partite (con Rapallo Rivarolese, Albaro, Rivasamba, Sestrese), a pareggiare con la Fezzanese, e allo stesso tempo a mantenere alta la concentrazione, fedele al pensiero: “vincere aiuta a vincere”.

Agli ordini di Matteo Laganaro (Genova), assistito da Lorenzo Massa e Mauro Vigne (Chiavari), i due mister mandano in campo le seguenti formazioni.

Angelo Baiardo: Biggi, Colamorea, Giambarresi, Merialdo, Ungaro, Napello, Gattiglia, Oliviero, Romei, Battaglia, Biancato.

A disposizione: Traverso, Martines, Pascucci, Merlani, Ferrario, Leonardi, Asimi, Fraguglia, Zuppiroli.

Ligorna: Prisco, Bottino, Brusacà, Placido, A. De Martini, Ruffino, Dotto, Anselmo, Salvini, Gatto, Tracanna.

A disposizione: Atzori, Casagrande, Puddu, Boero, Pittaluga, Botta, Chiarabini, Ogliari, Tripoli.

Neroverdi in campo con un 4-3-3 con Biggi in porta; in difesa da destra Colamorea, Napello, Ungaro e Giambarresi; sulla mediana Oliviero, Merialdo e Gattiglia; in avanti Biancato, Romei e Battaglia.

Ospiti schierati col classico 3-4-3: Prisco tra i pali; Bottino, Brusacà e Placido sulla linea difensiva; De Martini, Ruffino, Dotto e Anselmo a centrocampo; Salvini, Gatto e Tracanna a comporre il trio offensivo.

Partenza sprint del Ligorna che dopo un minuto ottiene un calcio d’angolo; sul corner c’è la respinta della difesa locale.

Inizio di gara a ritmo sostenuto; il Baiardo gioca con intensità e a viso aperto contro un Ligorna che propone una marcatura uomo contro uomo in ogni zona del campo, con gli esterni De Martini e Anselmo che si abbassano in fase di non possesso.

Al 12° azione degli ospiti, palla a Tracanna che da posizione defilata cerca il cross, il portiere blocca.

Al 13° Baiardo in vantaggio. L’azione parte dal play Merialdo; imbucata in area per Oliviero che con un diagonale dalla sinistra va a segno: 1 a 0.

Il Ligorna cerca di riprendere il ritmo della gara impostando il gioco, palla a terra. Placido arriva al limite dell’area e cerca Anselmo, troppo lunga.

Angolo per i biancoblù al 15°. Se ne incarica Dotto, respinto, da fuori Bottino prova il tiro, abbondantemente alto.

Al 16° cross di Ruffino per la testa di Salvini che non riesce ad impattare la sfera.

Al 18° punizione dai venticinque metri a favore del Baiardo per un fallo su Battaglia: conclusione di Romei, facile preda di Prisco.

Tanto fraseggio da parte del Ligorna e continui cambi di gioco per cercare di allargare le maglie della difesa neroverde; tentativo sino ad ora infruttuosi. Le azioni degli ospiti partono da Dotto che si abbassa sulla linea difensiva per venire a prendere palla ed evitare il pressing degli avversari. Placido, uno dei tre difensori, partecipa molto alla fase offensiva.

Al 27° pareggia il Ligorna: dai venticinque metri Ruffino fa partire uno straordinario siluro che si infila all’incrocio. 1 a 1.

Al 35° corner per i biancoblù. Dotto chiama lo schema, crossa a rientrare, colpo di testa di un difensore neroverde che sventa.

Al 36° il Ligorna reclama a lungo un rigore per un presunto atterramento di Gatto, l’arbitro non cambia la propria decisione.

Buon momento della squadra di mister Monteforte; tanto fraseggio, continue sovrapposizioni sulle fasce. Al 38°, però, c’è un contrattacco del Baiardo: palla da Romei a Biancato, la difesa respinge, riprende Romei che va sul fondo e cerca di mettere in mezzo; Brusacà respinge di testa, recupera Merialdo che tocca a Colamoera che cerca un assist in area. Battaglia viene atterrato e questa volta sono i neroverdi a protestare, ma Laganaro lascia ancora correre.

Al 41° il Baiardo torna in vantaggio. Respinta della difesa, da fuori area gran tiro di Battaglia che colpisce la base del palo e si infila in rete. 2 a 1. Nel momento in cui i biancoblù stavano giocando meglio, sono i locali a colpire grazie all’attaccante che, rientrato domenica scorsa con uno spezzone di partita, oggi è titolare a completare un reparto offensivo di notevole caratura.

Dopo due minuti di recupero si va al riposo con la formazione allenata da Paglia in vantaggio per 2-1. Baiardo lontano parente, in positivo, di quello visto sette giorni fa contro la Sestrese: molto attento e determinato, cinico a concretizzare le occasioni avute. Il Ligorna, pur tenendo a riposo molti titolari, ha provato a dire la sua cercando sempre di giocare la palla; è mancato nell’ultimo passaggio e nella conclusione.

Alla ripresa delle ostilità triplo cambio per il Ligorna: escono Anselmo, Gatto e Brusacà; dentro Chiarabini, Puddu e Casagrande.

Al 4° il Baiardo realizza la terza rete: Oliviero si presenta a tu per tu con Prisco e lo fredda. 3 a 1.

Al 7° capocciata da parte di Ungaro: palla alta sopra la traversa. Cambio di fronte; azione manovrata del Ligorna, Ruffino cerca la conclusione ma la difesa locale respinge, Casagrande mette in mezzo, tentativo di rovesciata di Salvini ma nulla da fare.

Al 16° angolo per gli ospiti. Chiarabini lo calcia ad uscire e c’è ancora una deviazione in corner. Il Ligorna preme alla ricerca di un gol per riaprire la partita. Batte nuovamente Chiarabini, bravo Biggi a bloccare in presa.

Al 16° Monteforte cambia un attaccante: Ogliari per Tracanna.

Insistono i biancoblù mantenendo costantemente il possesso palla; Casagrande dalla destra effettua un paio di cross interessanti, ma in fase conclusiva il Ligorna non brilla. Il Baiardo è sempre in partita, regge bene, con tanta densità e quasi tutti giocatori sotto la linea della palla e affidandosi a veloci ripartenze.

Al 27° il Ligorna completa i cambi: entra Botta, esce Ruffino.

Al 29° Battaglia, che non ha ancora i novanta minuti nelle gambe, lascia il posto ad Asimi.

Non accade più nulla. I draghetti chiudono la stagione con la soddisfazione del successo per 3-1 su un Ligorna che si presenta ai playoff promozione coi favori del pronostico. Per il Baiardo, però, c’è la delusione di veder terminare qui il proprio campionato, dato che la Sestrese, ribaltando il risultato a Rapallo, si è tenuta dietro i neroverdi.

leggi anche
  • Parola al presidente
    Ligorna, Alberto Saracco: “Albenga avversario tosto, ci dobbiamo preparare bene”
    Alberto Saracco
  • Parola al mister
    Ligorna, Luca Monteforte: “Distratti e disattenti, dobbiamo riflettere sulla sconfitta”
    Luca Monteforte
  • Attaccante neroverde
    Baiardo, Simone Romei: “Abbiamo dato tutto, ma meritarsela sul campo non è bastato”
    Simone Romei
  • Eccellenza
    Baiardo, parla Cristina Erriu: “Mi complimento con la squadra, usciamo a testa alta dal torneo”
    presidente angelo baiardo
  • Eccellenza
    Baiardo, il rientrante Battaglia: “Abbiamo dimostrato che se vogliamo siamo molto competitivi”
    Matteo Battaglia