Quantcast
Sempre uguale

Discarica abusiva a Quezzi, l’assessore Campora: “Entro l’autunno faremo la bonifica”

Interrogazione M5s in Comune: "Quei rifiuti rischiano di ostruire lo scolmatore del Fereggiano"

Discarica via al poligono di quezzi

Genova. Sarà bonificata entro l’autunno la discarica abusiva che da tempi immemori deturpa il versante sotto via al Poligono di Quezzi, a pochi metri dalle sorgenti del Fereggiano. Lo ha annunciato l’assessore all’Ambiente Matteo Campora rispondendo a un’interrogazione del capogruppo M5s Luca Pirondini.

“È una situazione che si è creata attraverso accumuli negli ultimi 10-15 anni – ha spiegato l’assessore -. Riteniamo che sia una priorità. Stiamo facendo verifiche per quantificare gli oneri che sono sicuramente molto elevati e che copriremo come assessorato all’Ambiente. È necessario organizzare squadre dell’Amiu. È un intervento che necessiterà di qualche giorno e di un’organizzazione importante. Entro due settimane avremo le quantificazioni degli importi e ritengo che entro l’autunno sicuramente potremo provvedere alla rimozione degli oggetti che oggi si trovano lì buttati. Inutile sottolineare come questa situazione di incuria sia determinata da un’inciviltà che dobbiamo combattere in ogni modo”.

“Una gravissima criticità non solo per il decoro urbano e per la salubrità ambientale, ma soprattutto per la sicurezza – ha lanciato l’allarme Pirondini intervenendo in sala rossa -. La discarica abusiva a cielo aperto alle sorgenti del Fereggiano in via al Poligono di Quezzi, infatti, si trova su una strada che attraversa i boschi e conduce al tiro a segno nazionale. Ma non solo: la stessa incombe sull’opera dello scolmatore del Fereggiano, mettendo a serio rischio la sua efficacia, qualora questi materiali dovessero arrivare all’imbocco del manufatto e ostruirlo“.

Genova24 si era occupata di questa situazione nel 2019. A un anno e mezzo di distanza, la situazione è esattamente la stessa: materassi, scarti edilizi, carcasse di auto e moto, elettrodomestici, spazzatura di ogni genere sparsi per decine di metri nel bosco. Tutto materiale che, in caso di forti piogge, rischia di finire nel sottostante rio Finocchiara e quindi nel Fereggiano. Problema ben noto anche al presidente del Municipio, Massimo Ferrante, che aveva presentato invano diverse mozioni.

“Ci soddisfa che anche per l’assessore competente la bonifica di quell’area sia una priorità: la giunta ha fatto sapere che entro l’autunno la situazione sarà risolta. Vigileremo affinché alle parole seguano i fatti. Auspichiamo che analoghe situazioni cittadine siano affrontate celermente e si trovi anche il modo di contrastare questi atti di inciviltà, che causano costi ingenti alla collettività”, conclude Pirondini.

leggi anche
  • Degrado
    Quezzi, l’eterno scandalo della discarica a cielo aperto alle sorgenti del Fereggiano
    Discarica via al poligono di quezzi
  • Inciviltà
    Nuova discarica abusiva nel bosco: lo scempio nella notte a Sant’Eusebio
    Discarica abusiva Sant'Eusebio