Quantcast
Pari e patta

Campionato Primavera, bel pari fra Sampdoria ed Atalanta

I ragazzi di Tufano perdono la testa (della classifica), ma non la partita

Sampdoria Vs Milan

Bogliasco. Partita spettacolare al Riccardo Garrone  di Bogliasco, fra la Primavera di Tufano ed i bergamaschi di Brambilla, con la Samp che, alla fine della sfida, ha dovuto, ‘obtorto collo’, cedere la testa della classifica all’Inter (che in precedenza aveva sconfitto 3-1 la Roma),

I due scafati mister si sono affrontati, con queste formazioni:

Sampdoria (3-5-2): Saio; Aquino, Siatounis (dal 71° Francofonte), Obert; Ercolano, Trimboli,  Yepes Laut(dall’86° Paoletti), Brentan (dal 46° Somma), Giordano; Prelec, Di Stefano (dall’86° Marrale).

A disposizione: Zovko, Angileri, Napoli, , Canovi, Malagrida, Montevago, Pedicillo, Gaggero,

Atalanta (4-3-2-1): Dajcar; Ghislandi, Scalvini (dal 71° Kobacki), Cittadini (dal 24° Grassi), Renault; Sidibe, Giovane, Ruggeri; Oliveri, Cortinovis; Rosa (dal 71° Italeng).

A disposizione: Sassi, Hecko, Berto, Scanagatta, De Nipoti, Ghisleni.

Partenza aggressiva dell’Atalanta, che già all’8° ha bussato alla porta di Saio, con Oliveri (rete esterna), ma subito dopo Di Stefano ha costretto alla super parata il gigante sloveno, portiere della Atalanta, Matevz Dajcar.

Si è capito subito, dalle avvisaglie, che ci sarebbero state diverse occasioni da rete ed infatti, al quarto d’ora, Alassane Sidibe (un 2002 della Costa d’Avorio), su corner, ha indovinato un tiro al volo, che si è insaccato alle spalle di Saio… 1-0 per i bergamaschi, che non sono capitolati, pochi secondi dopo, solo per un’altra bella parata di Dajcar, ancora su Di Stefano.

Al 24° Brambilla è stato costretto a sostituire l’infortunato difensore Cittadini, con Grassi.

Anche al 37°, su un bel tiro di Yepes, Dajcar si è superato, con  un’altra strepitosa parata, deviando in angolo la conclusione dello spagnolo… Insomma nel primo tempo, la differenza l’ha fatta il portiere sloveno.

Ad inizio ripresa Tufano ha fatto la prima mossa, inserendo Somma al posto di Brentan ed è  stato premiato da una bella azione di Yepes Laut, che si è inserito, in dribbling, dalla sinistra verso il centro, facendo partire un preciso tiro, a giro, che si è stampato sul palo di Dajcar, non salvato tuttavia dal ‘tap in’ dell’attento Di Stefano (1-1).

Partita sempre molto aperta con Sidibe, che subito dopo ha scheggiato la traversa difesa da Saio, ma il miracolo lo ha fatto ancora una volta Dajcar, che ha ribattuto, col corpo, un inserimento di Ercolano (fra i migliori), presentatosi solo davanti a lui, dopo aver saltato come birilli due o tre avversari.

Al 70° primo intervento importante di Saio, su tiro del numero otto nerazzurro, Oliveri, mentre i due mister hanno provato a vincere la partita con i cambi… Nella Samp è uscito Siatounis per Francofonte, mentre Brambilla ha mandato dentro Kobacki ed Italeng, per Scalvini e per Rosa.

Al 78° grande chance per la Sampdoria, con Francofonte, che ha servito Di Stefano, il cui tiro ha fatto la barba al palo, mentre Tufano ha buttato nella mischia, all’86°, Paoletti per Yepes e  Marrale per Di Stefano, il più pericoloso dei doriani, visto che Prelec oggi è apparso in ombra.

La sliding door della partita poteva arrivare al 90°, ma l’arbitro ha annullato, per un dubbio fuorigioco, una rete allo scadere di Ercolano…  Niente VAR in Primavera, quindi non resta che fidarsi della terna arbitrale e mettere nel mirino la prossima partita di mercoledì, 26 maggio, col Sassuolo, sempre in quel di Bogliasco.

L’attuale classifica, nelle prime posizioni, recita:

Inter            46

Sampdoria 45

Juventus    44

Roma           42

Empoli         40

Atalanta e Spal 39

Per memoria del lettori di Genova 24, ricordiamo le regole di accesso alle finali. La Primavera 1, come è noto, è un torneo a girone unico, composto da 16 squadre, nel quale, al termine della ‘regular season’, le prime due classificate, accederanno direttamente alle semifinali (che si svilupperanno con partite di andata e ritorno), con le due formazioni provenienti dagli spareggi tra 3°- 6° e 4°-5°.  Le vincenti delle semifinali si sfideranno, infine, in campo neutro nella finalissima, che assegnerà il titolo di Campione d’Italia Primavera.