Quantcast
In manette

Aveva molestato e rapinato una donna alla fermata dell’autobus, arrestato dopo tre mesi

L'uomo aveva trascinato la sua vittima dietro la pensilina. E' stato rintracciato dalla polizia grazie alle telecamere di videosorveglianza

Bruco, il degrado del fratello minore

Genova. Aveva rapinato e molestato una donna alla fermata del bus e dopo tre mesi è stato identificato e arrestato. In manette, per violenza sessuale e rapina, è finito un cittadino marocchino di 37 anni.

Secondo quanto ricostruito, la vittima stava aspettando l’autobus quando è stata avvicinata dall’uomo che le ha chiesto un rapporto sessuale. Al rifiuto ha morso la mano della donna e l’ha trascinata dietro la pensilina dove ha iniziato a toccarla.

Nel frattempo le ha anche rubato il cellulare e 30 euro. Spaventata, la donna è riuscita a divincolarsi e ha chiedere aiuto all’autista di un bus che stava passando.

Il conducente l’ha fatta salire a bordo e ha chiamato la polizia. Grazie alla descrizione fornita dalla vittima e da alcuni testimoni e attraverso le immagini di videosorveglianza, gli agenti sono riusciti a identificarlo e arrestarlo.