Quantcast
Grattacapi

Verso Sampdoria-Napoli, Ranieri e il dubbio a centrocampo: “Sceglierò domenica mattina”

La squalifica di Silva e l'infortunio di Ekdal obbligano il mister blucerchiato a modificare l'assetto abituale

Sampdoria Vs Fiorentina

Genova. Dopo il pareggio contro il Milan per la Sampdoria è tempo di pensare a un altro avversario di ‘peso’. Domenica alle 15 al Ferraris arriva il Napoli, che Claudio Ranieri definisce “un altro avversario molto prestigioso, visto che tenta di entrare in Champions League. Sappiamo che forza d’urto ha, dovremo fare una grande partita”.

Il mister blucerchiato evidenzia i punti di forza della squadra di Gattuso: “Hanno una qualità immensa nell’uno contro uno, ma anche nella velocità se giocherà Osimhen o Mertens. Adesso stanno tutti bene e sono sicuro che faranno un rush finale di prim’ordine. Mi aspetto un Napoli come negli ultimi 20 minuti di Torino, è stata una gran bella partita”.

La squalifica di Silva e l’infortunio Ekdal rappresentano una gatta da pelare per il puzzle della formazione titolare: “Deciderò solo domenica mattina”, confessa Ranieri, che stuzzicato sull’opzione Askildsen spiega: “Mi piace molto, lui è una mezz’ala a tutto campo più adatto in un centrocampo a tre per fare da area ad area il suo gioco. Mi auguro di dargli alcune chance da qui alla fine, credo molto in lui, è il futuro”.

Proprio sul futuro e sugli obiettivi Ranieri torna sulla questione motivazione e classifica: “Vorrei che i miei giocatori si esaltassero sempre come macchine da guerra insensibili a tutto. Non mi interessa il nome di chi vado ad affrontare, come faccio a sapere se gli avversari non sono al 100% se non vado a provare a vincere? Io voglio arrivare a 52 punti e non è detto che gli faremo, ma non voglio che la squadra faccia come le altre Sampdorie che calano nelle ultime 10 giornate. Non siamo ancora salvi, siamo in una posizione tranquilla, ma i 26 punti del ritorno sono la strada maestra da seguire”.