Sforzo

Vaccino, in Liguria le iniezioni non si fermano neppure a Pasqua e Pasquetta

Nel weekend festivo stop a turno per i vari centri vaccinali, lunedì saranno in funzione quello alla Fiera, quello al terminal di Savona e il nuovo a Taggia

Genova. Festa o non festa, la grande macchina del piano di vaccinazione in Liguria dovrà continuare a restare in moto e anche se magari non girerà alla stessa velocità che in un qualsiasi giorno feriale, nei punti di somministrazione si continuerà a lavorare anche nelle giornate di sabato prima di Pasqua, della domenica di Pasqua e del lunedì di Pasquetta.

Lo ha assicurato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti questa sera durante il punto stampa Covid. “I vari centri si prenderanno un giorno di riposo a turno – spiega – e il lunedì dell’Angelo saranno sicuramente attivi gli hub della fiera a Genova, quello di Savona al terminal crociere e il nuovo ad Albenga”.

Si tratta di uno sforzo che la Regione ha chiesto alle aziende sanitarie e al personale coinvolto anche per dare un segnale di reale impegno in una partita che si sta giocando sul filo di dosi, posti e slot disponibili. Con i vaccini già pronti per essere inoculati anche un solo giorno di stop sarebbe inutile.

Per poter fare, a posteriori, un paragone con un qualsiasi giorno feriale, nelle ultime 24 ore, secondo il bollettino di Alisa, sono stati somministrati 11.096 vaccini – 2000 in meno rispetto all’obbiettivo giornaliero prefissato dalla struttura commissariale nazionale per l’emergenza Covid – di cui 2427 vaccini Astrazeneca-Vaxevria e 8669 Cominarty (Pfizer o Moderna).

Da fine dicembre a oggi in Liguria 314.916 persone hanno ricevuto il vaccino. Di queste 104.830 hanno ricevuto anche la seconda dose. L’obbiettivo della Regione è creare un’immunità almeno delle persone più anziane e di quelle più fragili entro il mese di giugno.

Più informazioni
leggi anche
  • Cosa cambia
    Vaccino Covid, la Liguria prepara la rivoluzione: addio alle prenotazioni col medico di base