Quantcast
Barricate

Vaccino, i medici di famiglia: “A Genova è il caos, rispettare gli accordi o ci tiriamo indietro”

Stimamiglio (Fimmg) a Toti: "La Asl 3 non ha rispettato i patti". Ecco come cambierà l'accordo: confermate le prenotazioni centralizzate

Genova. “Asl 3 non ha rispettato gli accordi per vari aspetti e temiamo che disattenderebbe anche il nuovo. Accettiamo il sistema ‘prenota vaccini’ e ci impegniamo a coprire i turni nei distretti per cui il medico di turno vaccinerà i pazienti di tutti, pronti ovviamente a ritirarci indietro nel caso qualcosa non per nostra volontà, ma per mancata collaborazione di Asl 3 dovesse andare storto”.

Sono parole di fuoco quelle che Andrea Stimamiglio, il presidente della Fimmg, il sindacato più rappresentativo dei medici di base, ha scritto in giornata al presidente ligure Giovanni Toti. Un clima di tensione che continua a far slittare la firma sull’annunciato accordo che avrebbe dovuto sancire la svolta per la campagna vaccinale.

Almeno un punto non è in discussione, ed è quello di maggiore interesse per i cittadini: le prenotazioni in ogni caso non avverranno più attraverso i medici ma tramite gli altri canali messi a disposizione dalla Regione. L’altra certezza è che i dottori della mutua nei distretti Asl non vaccineranno più solo i propri pazienti, ma tutti i prenotati che verranno assegnati alle loro postazioni. In questo modo gli attuali presidi funzioneranno come hub. A cambiare, però, sarà il loro effettivo impiego al di fuori dei luoghi dove stanno già operando: praticamente azzerato, stando alle attuali condizioni.

I problemi, secondo Stimamiglio, sarebbero tutti in Asl 3, e cioè sul territorio genovese. “I turni assegnati si sono dimostrati fin da subito insufficienti per coprire l’alta richiesta, per cui è capitato che un medico con 1.500 pazienti abbia avuto un solo turno a marzo e aprile con la possibilità di vaccinare solo 35 pazienti per turno e nessun posto aggiuntivo è stato assegnato”. E ancora: “Avevamo chiesto che ci fosse personale di supporto nei distretti e non c’era. In alcuni casi mancava l’ambulanza fuori dai presidi, mettendo a rischio la salute dei liguri”. La sostituzione delle dosi AstraZeneca con Pfizer sarebbe avvenuta “senza preavviso e senza neanche comunicarlo ai medici”, salvo poi fare dietrofront il 12 aprile “creando inevitabili attriti tra pazienti e medici”.

Poi “sono sparite dalle agende dei medici pazienti da loro prenotati e aventi diritto come i caregiver con meno di 60 anni, per cui ci troviamo buchi nelle prenotazioni con inevitabili perdite di tempo“. E infine, la goccia che fa traboccare il vaso: “Nei prossimi giorni è prevista la contemporanea presenza di pazienti richiamati per seconda dose Pfizer e pazienti da tempo prenotati per prima dose di vaccino, con prenotazioni sovrapposte: nessuna nostra proposta per risolvere questo caos è stata accettata“, si legge nella lettera.

leggi anche
  • Scontro
    In Liguria scoppia la guerra dei vaccini, medici contro la Regione: “Le nostre dosi ai privati”

Dal punto di vista formale la conseguenza è che la Fimmg non firmerà un nuovo accordo ma sottoscriverà un addendum a quello precedente che accoglie le due principali novità: niente più prenotazioni e disponibilità a vaccinare tutti nei distretti. Sparisce la parte dedicata alle farmacie e agli hub come quello della Fiera, dove i medici avevano già chiesto invano di avere più turni.

“Stiamo ancora limando gli ultimi dettagli – ha riferito il governatore Giovanni Toti in conferenza stampa -. Ci sono alcune sfumature tecniche, gli altri due sindacati hanno già firmato un accordo di massima. Credo che firmeremo domani. Ho sentito Stimamiglio per alcuni chiarimenti che però non inficiano il percorso che volevamo fare insieme”.

Genova24 ha provato a contattare telefonicamente il direttore di Asl 3 Luigi Carlo Bottaro e l’ufficio stampa per una replica alle dichiarazioni di Stimamiglio, ma al momento non ha ricevuto risposte.

Più informazioni
leggi anche
  • Il punto
    Toti: “La Liguria avrebbe dati da zona gialla”. Prima dose di vaccino al 20% della popolazione
  • Nuovo sistema
    Vaccino Covid, rivoluzione in Liguria: prenotazioni centralizzate e medici di base negli hub
  • Delusione
    Tensione a San Benigno: tutti prenotati per il vaccino Moderna, ma c’è solo AstraZeneca
  • Nuova fase
    Vaccini: al via le prenotazioni per gli over 65 attraverso sito web, numero verde, farmacie e Cup
  • Utili
    Vaccino, attivati in Liguria numeri verdi e indirizzi e-mail per chiedere informazioni